Ricette per soli uomini, Maurizio Landi presenta il suo libro sabato 7 alla Reggia di Portici.

113
Villaggio turistico camping Golden Beach a Paestum nel Cilento direttamente sulla spiaggia

Nell’ambito del primo Salone del Libro di Portici organizzato dall’IIS Liceale Quinto Orazio Flacco con la collaborazione dell’Università di Napoli Federico II e il Comune di Portici, inKnot Edizioni presenta Ricette per soli uomini di Maurizio Landi.

Ventotto racconti per ventotto ricette capaci di mescolare la complessità di diventare adulti con la ricerca delle proprie passioni e del buon cibo

Una foto di gruppo di uomini in quell’età in cui si realizza che con la vita è difficile anche solo pareggiare. E allora meglio concedersi i piaceri che dispensa: l’amore, certo, ma anche il cibo. D’ altronde, l’essere umano è l’unico animale che cucina. E spesso ricette di vita e culinarie coincidono in un’abilità, in un sapore, in un ricordo, in un luogo, in un piatto consumato prima di abbandonarsi alla passione. Ricette per soli uomini, il nuovo libro di Maurizio Landi è una raccolta di racconti e un quaderno di cucina, nel senso che ogni storia ha a che fare, anche solo incidentalmente, con il cibo e alla fine si accompagna con una ricetta. Il testo sarà in libreria dal 19 aprile.

 

L’AUTORE SI RACCONTA

“Misurarmi con il racconto breve è stato come misurarmi con la mia antica passione per le canzoni.” commenta l’autore “In un tempo brevissimo bisogna mettere in piedi un quadretto di vita che abbia un suo proprio sapore e dei colori riconoscibili, proprio come in un piatto di cucina. E come nelle canzoni spesso sfrutto l’antico stratagemma degli uomini e delle donne che si cercano”.

Storie maschili condite da passioni come il ciclismo, la caccia, il biliardo, le macchine volanti, la musica e il collezionismo che però non fanno delle donne un contorno, ma il senso stesso di quei racconti. Perché uomini e donne nel loro scontrarsi e incontrarsi svelano una terribile verità: la vita ci usa per affermare se stessa, senza riguardo per i nostri corpi, per i nostri amori, per i ruoli che ci siamo scelti o che ci siamo ritrovati. E se in quella foto di gruppo gli uomini appaiono qualche volta stanchi e con gli abiti logori, hanno tutti un sorriso da mostrare all’obbiettivo e a una nuova passione. Con la consapevolezza che dalla vita talvolta si esce sconfitti, ma ci si può meritare l’onore delle armi.

Advertisements