Roberto Di Salvo è tra i vincitori della ventitreesima edizione del Premio Letterario Racconti nella Rete

Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.

Roberto Di Salvo  è nato a Benevento ma sempre vissuto a Napoli dove ha studiato e lavorato. Quarant’anni e più a scrivere difese di avvocato e lavori scientifici, la scrittura a un certo punto nella sua vita ha virato, quasi da sola, rispondendo a un intimo desiderio profondo, e s’è fatta racconti, storie, ha inseguito una fantasia che galoppava e su cui ha dovuto allentare le briglie, per lasciarla correre. In poco più di due anni sono nati quattro libri e per altri i cantieri sono aperti con viva soddisfazione personale e speriamo, anche col godimento di qualche occasionale lettore.

La giuria tecnica della 23^ edizione del premio letterario “Racconti nella Rete” ha selezionato i venticinque racconti che saranno inseriti nella nuova antologia del Premio edita da Castelvecchi. “Complimenti ai vincitori”- dal presidente Demetrio Brandi- “e un sincero ringraziamento a tutti gli autori che hanno partecipato con entusiasmo a questa ventitreesima edizione, contribuendo con la qualità delle loro opere a far crescere ulteriormente il nostro concorso”.

Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.

I vincitori saranno premiati a Lucca in occasione della 30^ edizione del festival LuccAutori, in programma dal 5 al 20 ottobre 2024 con eventi organizzati al  CRED Centro Risorse Educative e Didattiche, Palazzo Bernardini, Villa Bottini ed al cinema Roma di Barga.  Il festival è sostenuto dal Comune di Lucca.  Nelle giornate di sabato 19 e domenica 20 ottobre, in programma a Villa Bottini, alla presenza degli autori vincitori del premio, sarà presentata in anteprima la nuova antologia contenente i racconti selezionati. Il disegno di copertina è stato realizzato dall’ illustratore Fabio Sironi. La prefazione è dello scrittore Stefano Redaelli. Il premio Buduàr per il miglior racconto umoristico è stato assegnato a Giorgio Marconi  per il racconto “L’ospite è come il pesce”, il premio Fondazione AIDR (Italian Digital Revolution)  a Simone Colombo  per il racconto “Il ramarro”, il premio Happyin per il migliore racconto di viaggio a  Lucia Macchiarini per il racconto “Viva i bus low cost”.

Questi i nomi dei 25 scrittori selezionati:  Alfonso Angrisani  “Niente di più divertente”   (Roma), Lorenzo Bellandi   “Blu” – sezione racconti per bambini (Lucca), Anna Rita Bevacqua “Camera ardente con svista” (Pavia), Patrizia Carnevali  “Il primo giorno” (Asti), Massimiliano Ciarrocca  “Mia madre”  (Roma), Simone Colombo   “Il ramarro” (Biella)    PREMIO GIOVANE AUTORE  FONDAZIONE AIDR, Roberto Di Salvo “La gabbia del pastore” (Napoli), Francesca Emanuelli  “La torta di mele” (Perugia), Fabio Fulfaro  “Tavolata” (Palermo), Claudia Gambarotta  “Acqua”  (Roma), Lucia Macchiarini “Viva i bus low cost” (Firenze)   PREMIO RACCONTO DI VIAGGIO HAPPYIN, Stefania Magnani “Una favola” (Roma), Francesco Maltarello  “Non sono un nano” (Roma), Giorgio Marconi  “L’ospite è come il pesce” (Roma)  PREMIO BUDUAR MIGLIOR  RACCONTO UMORISTICO, Giacomo Marchi  “Mama – nommama” (Rosignano Marittimo), Virginia Martini  “Impronte” (Torino), Damiana Marzano  “Perfetta”  (Roma), Paola Mereu  “Zeno” (Sassari),  Andrea Polini “Dentro di me”  (Livorno), Paola Romanelli  “I biscotti in… cantati”– sezione racconti per bambini  (Pesaro), Monica Savoia  “Il velo magico” (Roma), Salvatore Tomasello “Il modale” (Roma),  Rossella Toscano  “E’ solo l’inizio”  (Agrate Brianza), Marco Turella  “La giraffa” (Roma), Antonella Zanca  “Le maiuscole della guerra” (Milano).