Sacramerica, Angelo Cannavacciuolo presenta il suo libro martedì 6 a La Feltrinelli.

0
110

La casa editrice ad est dell’equatore è lieta di informarvi e invitarvi alla presentazione del libro ‘Sacramerica’ di Angelo Cannavacciuolo. La presentazione si terrà presso La Feltrinelli Napoli di piazza dei Martiri, martedì 6 marzo alle ore 18:00. Presenteranno il volume: Francesco Durante, Emma Giammattei. Leggerà Enzo Salomone, commento musicale di Marco Zurzolo.

Giovanni Malcelati, critico letterario, nonché professore di letteratura italiana alla Sapienza di Roma, si trova a San Cristòbal de las Casas, a capo di una delegazione di scrittori, per un convegno letterario.
Il giorno dopo il suo arrivo riceve dalla reception dell’albergo il messaggio di Nanni Giuffrida, uno scrittore di cui si erano perse le tracce, che lo invita a un incontro in un vicino bar. I due non si conoscono, a legarli è solo un rapporto professionale, avendo Malcelati recensito la maggior parte dei suoi romanzi. Tra diffidenza e titubanze reciproche, Giuffrida racconta la propria storia, quella di uno scrittore che, pur avendo raggiunto una certa notorietà, resosi conto di aver rinunciato a una famiglia, a dei figli, in poche parole a una vita normale, ha deciso di sopprimere lo scrittore che è in lui. Giuffrida rivelerà che a spingerlo all’agognata ‘invisibilità’ aveva contribuito l’incontro con Barbie Burns, un’americana conosciuta a Roma alla presentazione del suo ultimo romanzo. La donna segnerà il definitivo distacco di Giuffrida dal suo mondo e lo indurrà a mettersi sulle sue tracce in California. Scrittori, giornalisti, immigrati italiani di nuova generazione, la famiglia di lei a Sacramento, facoltose milionarie che coltivano il mito dell’eterna giovinezza, mentre ai paesaggi californiani, alle ville sfarzose di Palm Springs si alternano le architetture coloniali di San Cristòbal de Las Casas. Il romanzo è soprattutto una grande storia d’amore, attraverso la quale Nanni e Barbie scopriranno di essere diversi da come si erano inizialmente confessati. Un amore che parla di fughe, di fallimenti, di menzogne, ma anche di ossessioni, di gelosie e di paura, della discesa negli inferi dell’invisibilità alla quale si consegnano due esseri umani che rivedranno i bagliori di una luce, forse solo con il tragico epilogo.

Angelo Cannavacciuolo (Napoli, 1956). Ha scritto, diretto e interpretato per il cinema, il teatro e la televisione. Vive tra San Francisco e Napoli, e collabora con testate giornalistiche italiane.
Ha pubblicato: Guardiani delle Nuvole (Baldini Castoldi Dalai, 1999) nalista del Premio Viareggio per la narrativa 1999; Il so o delle Fate (Baldini Castoldi Dalai, 2002) nalista Premio Elsa Morante; Acque basse (Fazi Editore, 2005); Le cose accadono (Cairo Editore, 2008) Vincitore Premio Viadana per la narrativa 2009, Vincitore Premio Domenico Rea per la narrativa 2009.
I suoi lavori sono stati presentati negli Istituti italiani di Cultura di San Francisco, e di Los Angeles, New York e alla New York University, alla Hofstra University di New York, e alla Berkeley University of California.

LASCIA UN COMMENTO