Strane Coppie diventa Festival, primo appuntamento sabato 17 e domenica 18 al Monastero delle Trentatrè.

85

Sabato 17 settembre dalle ore 10 alle 21 e domenica 18 negli stessi orari, al Monastero delle Trentatré a Napoli (via L. Armanni, 16) due intense giornate di incontri di letteratura, musica dal vivo e laboratori esperienziali nel programma della 14esima edizione di Strane Coppie, che quest’anno si presenta nella nuova forma di festival, con tema il viaggio. (www.lalineascritta.it, ingresso libero, prenotazione consigliata per laboratori).

Ideato e coordinato dalla scrittrice Antonella Cilento e organizzato da Lalineascritta Laboratori di scrittura, il Festival presenta per la letteratura, sabato ore 11 l’incontro su La musica del sogno su Giacomo Puccini e la scrittura dei suoi librettisti, con Marta Morazzoni e Paolo Coletta, letture di Fabio Cocifoglia. Tre incontri, domenica: Visioni, su Massimo Bontempelli e E.T.A. Hoffmann con Marinella Mascia Galateria e Giuseppe Montesano, letture di Orlando Cinque e musiche di Francesco D’Errico. Si prosegue con Fantascienza e fantastico al femminile, su Silvina Ocampo e Ursula K. Le Guin, con Laura Bosio e Giuliana Misserville, letture di Gea Martire e musiche di Paolo Coletta. Infine, Scienza, memoria&storia dedicato agli scrittori Javier Cercas, Daniel Kehlmann, Benjamin Labatut, Georgi Gospodinov con Bruno Arpaia e Demetrio Paolin, letture di Fabio Cocifoglia e musiche di Paolo Coletta.

 

Tre i concerti che si terranno nel weekend. Si segnala in particolare quello su repertorio di Massimo Bontempelli, scrittore e compositore le cui opere musicali non vengono eseguite dal vivo da circa 80 anni. Strane Coppie sarà quindi un’occasione unica, domenica ore 20, per ascoltare lo speciale concerto di Francesco d’Errico al pianoforte e Tommaso Rossi al flauto. Altri due concerti previsti sabato: ore 12.30, con Paolo Coletta al pianoforte e Daniela Fiorentino, voce, e alle ore 20, quello di Francesco D’Errico Trio, con Marco de Tilla al contrabbasso e Marco Fazzari alla batteria.

 

In programma anche 6 laboratori esperienziali di scrittura, segno, colore, drammaturgia, quelli di lettura dedicati al romanzo contemporaneo tedesco e spagnolo, e meditazione, quest’ultimo con la sociologa Rosaria Maglio Aditi e della esperta in meditazione Titti Capezzuto Ma Dyan Leela.

 

Il Festival proseguirà con altri due appuntamenti nei mesi di ottobre e di novembre.

 

Strane Coppie in Festival è  realizzato con il contributo di Banco BPM, Goethe Institut e Instituto Cervantes, con il sostegno di Atrio delle Trentatré Onlus, Chiaja Hotel de Charme, Ubik, Accademia di Belle Arti di Napoli e Università “Orientale” di Napoli.

 

La manifestazione aderisce al progetto Arte salva Arte. Teatro, prosa e musica a sostegno dell’arte promosso da Atrio delle Trentatré Onlus, con cui si finanzierà il restauro di un dipinto di Giuseppe Bonito (1700) presente nel Monastero napoletano.

Advertisements