Darwin Enríquez, un’influenza mondiale del tatuaggio.

502
Villaggio turistico camping Golden Beach a Paestum nel Cilento direttamente sulla spiaggia

Darwin è diventato uno dei tatuatori più influenti e ammirati nell’industria del tatuaggio. Oltre alla sua indiscussa arte fusa con la tecnologia 3D, ha fondato «Inknation Studio», uno studio moderno con sede a New York, negli Stati Uniti, e si preannuncia come uno dei migliori del paese.

Gli inizi del tatuatore avvennero all’età di vent’anni, quando iniziò a lavorare con i disegni per uno studio di body art. Durante il suo passaggio, ha sviluppato i suoi talenti artistici e ha sentito un’attrazione immediata per i tatuaggi e per come la pelle possa anche essere una tela per i disegni. Da lì è nato il suo interesse a intraprendere una carriera professionale nella zona. Dopo un solo anno di tatuaggio, gli è stata offerta l’opportunità di lavorare in uno studio professionale e di partecipare a convegni, dove ha ricevuto riconoscimenti e premi per il suo lavoro, in Europa e America Latina.

Nel 2015, decide di trasferirsi negli Stati Uniti e di stabilirsi a New York. Lì iniziò a lavorare al “Last Rites Tattoo Theatre”, uno degli studi più importanti del paese all’epoca, ma il suo obiettivo era quello di avere un posto tutto suo dove potesse riunire artisti di talento. Con lavoro e fatica è riuscito ad avere il suo studio, «Inknation Studio», situato a Manhattan, con una visione insolita, un Pent-house dal concept futuristico e minimalista, in cui mescola arte e tecnologia.

La sua visione va oltre l’essere un imprenditore nel settore del tatuaggio: vuole pubblicizzare il talento di artisti di diversi paesi, aiutarli a crescere e, in futuro, possono avviare un’attività in proprio con le conoscenze acquisite in «Inknation Studio». Nella sua squadra, ha tatuatori di stili diversi e cerca di proiettare la sua arte nel mondo. La diversità lo guida. «Voglio fare la stessa cosa che hanno fatto con me ad un certo punto: sostenere chi ha talento, ma il suo lavoro non si vede. Non hanno la piattaforma per sviluppare e costruire una traiettoria che consenta loro di consolidarsi nel mezzo”, ha affermato Enríquez.

Allo stesso modo, non si considera “egoista” quando si tratta di condividere la sua conoscenza. Per lui è importante che possano imparare da lui e viceversa. Dopo aver forgiato un solido percorso e aver vissuto molteplici esperienze, ha deciso di rompere i paradigmi, di mettere da parte ciò che la società percepiva del mestiere. Con la visione chiara che lo caratterizza, è riuscito a rivoluzionarla.

 

Tra i suoi progetti, ci sono seminari futuri, ampliare, ridisegnare lo spazio e continuare a riunire il meglio. “Voglio creare un’esperienza memorabile per loro”, dice. Quest’anno promette di avere successo. Sta lavorando sodo per renderlo possibile. Nei suoi social network condividerà tutti i dettagli dei suoi progetti: @darwinenriquez @inknationstudio

Geraldine González Longet

Advertisements