MangiaSicuro, la App per mangiare senza rischio di allergie.

0
1103

La presentazione ufficiale dell’App “MangiaSicuro” è  avvenuta all’Expo Gustus 2016 di Napoli. A presentare l’App sono stati i membri del Comitato Scientifico composta dai dottori: Katya Tarantino, biologa nutrizionista e Presidente Associazione Pabulum, Salvatore Marino, Biologo, Fabio De Bartolomeis,   specialista   in   Allergologia  ed  Immunologia Clinica, Domenico Gargano, responsabile U.O.C. dell’Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale e di Alta Specializzazione “San Giuseppe Moscati” di Avellino nonché membro del consiglio direttivo  dell’AAIITO (Associazione Allergologi  Immunologi Territoriali e Ospedalieri”). A tale evento hanno partecipato anche Luigi Vitiello, Presidente dell’Unione Regionale Cuochi della Campania, e l’ASAC (Associazione di Sostegno Allergici Campani).

L’App gratuita per smartphone e tablet, disponibile per piattaforme Android e a breve disponibile per altre piattaforme, rappresenta uno strumento utilissimo. Una vera guida virtuale per tutti coloro che sono affetti da allergie alimentari, da celiachia o da intolleranze alimentari ma anche per chi segue una dieta vegetariana, vegana o aproteica.

Con questa applicazione è possibile cercare ristoranti, hotel e pasticcerie che offrono una cucina senza ingredienti dannosi per il cliente.

Le allergie alimentari si manifestano quando alcuni componenti proteici (allergeni), che normalmente non sono riconosciuti come dannosi dalla maggior parte delle persone, innescano una catena di reazioni che coinvolgono il sistema immunitario.

Anche nella celiachia è coinvolto il sistema immunitario, ma in questo caso il glutine (proteina contenuta in alcuni cereali) innesca una malattia autoimmune che porta alla distruzione della mucosa intestinale.

Le intolleranze sono forme di ipersensibilità non immunomediate ad alimenti in cui una carenza enzimatica (es. intolleranza al lattosio) o l’effetto tossico/farmacologico diretto di un alimento provocano disturbi gastrointestinali (talvolta anche sistemici) senza il coinvolgimento del sistema immunitario.

Le allergie alimentari possono essere responsabili di reazioni gravi che mettono a rischio la vita di chi ne è affetto. Oltre 120 alimenti sono stati descritti come responsabili di allergie alimentari, anche se sono un numero ristretto quelli responsabili della maggior parte delle reazioni allergiche. Le cause più comuni di allergia alimentare sono la frutta a guscio (es. arachidi) , le uova, il pesce, il latte vaccino, i crostacei e i molluschi, i semi di soia e i cereali contenenti glutine. Pertanto sono solo 14 le sostanze o i prodotti necessitano dell’etichettatura obbligatoria degli allergeni in base alla legislazione dell’UE (direttiva CE n. 2000/13, Allegato IIIa, che si applica fino al 13 dicembre 2014, e regolamento UE n. 1169/2011, che si applica dopo tale data).

Si è riscontrato che il maggior numero di ingestioni accidentali di allergeni avviene proprio fuori casa, soprattutto nei ristoranti, nelle mense e nei luoghi di aggregazione in genere, dove gli ingredienti possono essere presenti nel piatto anche in forma nascosta o come contaminante.

È pertanto indispensabile aumentare l’informazione, la consapevolezza e la sensibilità sociale verso queste patologie, adottando tutte le precauzioni necessarie per facilitare la permanenza fuori casa delle persone affette da ipersensibilità alimentari, perché il pasto deve essere per tutti un momento di relax e di socializzazione e non di malessere e terrore.

Con l’App MangiaSicuro è possibile definire un profilo personale di “ipersensibilità” ad alimenti in quanto il consumatore avrà a disposizione un database di oltre 120 alimenti e potrà impostare un’ Alert anche nei confronti degli alimenti non presenti nella lista ministeriale dei 14 allergeni.

LASCIA UN COMMENTO