Medicina, mozione deputati contro Iva su chirurgia estetica.

Dopo il successo del 2023 Vittoria Assicurazioni, in occasione del Torneo Italiano di Beach Rugby, torna sulle spiagge d’Italia con il Vittoria for Women Tour con Federazione Italiana Rugby e Specchio dei tempi. In ogni tappa sarà possibile sostenere la lotta contro i tumori femminili con una donazione, fare una visita senologica gratuita e divertirsi al Vittoria Village.

«Bisogna fare chiarezza sul trattamento Iva per la chirurgia estetica sia per quel che riguarda il passato, evitando di attivare procedimenti di recupero dell’imposta in danno dei chirurghi estetici che, seguendo le precedenti indicazioni dell’Amministrazione finanziaria, non l’hanno applicata sulle vecchie prestazioni, sia per il futuro, indicando una disciplina univoca e trasparente che faccia chiarezza tra i diversi e spesso contraddittori orientamenti dell’Agenzia delle entrate».

È questo il contenuto di una mozione al Governo che sarà presentata venerdì  19 maggio presso la Sala Stampa della Camera dei deputati, alle ore 12, dai deputati Annarita Patriarca (prima firmataria); Giuseppe Mangialavori; Martina Semenzato; Simona Loizzo; Stefano Benigni; Giuseppe Bicchielli; Ugo Cappellacci; Gianpiero Zinzi; Alessandro Battilocchio e Luciano Ciocchetti. All’incontro, moderato da Maria Rosaria Boccia, presidente di «Fashion Week Milano Moda», parteciperanno inoltre il professor Giuseppe Marini e i rappresentanti delle società scientifiche Sicpre e Sidemast.

Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.

La mozione, spiegano i firmatari, assume «un alto valore sociale» perché punta a «garantire equità di trattamento nel campo della chirurgia estetica» e a offrire «certezza normativa» agli operatori del settore, anche e soprattutto a tutela dei pazienti essendo il concetto di «salute» comprensivo di ogni «stato di completo benessere fisico, psichico e sociale» che «non consiste soltanto in un’assenza di malattia o di infermità».