Oli per capelli: perchè si utilizzano? Focus sull’olio di ricino

129
Villaggio turistico camping Golden Beach a Paestum nel Cilento direttamente sulla spiaggia

Capelli ricci, lisci, naturali, colorati, corti, lunghi. Sin dai tempi antichi i capelli erano considerati punto di forza e ornamento per il corpo e il viso. Fondamentali anche per alcuni rituali magici, venivano acconciati e curati, per rappresentare la bellezza e la forza dell’essere umano. Per questo, nel tempo, abbiamo sempre cercato metodi per prenderci cura dei nostri capelli e preservarli dal freddo, dal sole e dall’umidità. Negli ultimi decenni si sono aggiunti altri fattori di rischio come l’inquinamento e trattamenti chimici, come la decolorazione e o le sostanze aiutare il riccio naturale. Per questo è essenziale utilizzare dei prodotti che curino i capelli e ci consentano di tenerli in forze. In particolare, usare dei buoni olii naturali per capelli aiutano a proteggere la chioma e a renderla folta.

Oli per capelli: perché si utilizzano? Gli oli proteggono, rinforzano, illuminano e nutrono. Possono essere usati per aiutare i capelli secchi e districare i capelli grassi, per avvantaggiare lo styling se distribuiti sui capelli umidi o per ravvivare la piega se applicati sui capelli asciutti.

Olio per capelli: quale scegliere?
Non esiste una regola universale per scegliere il miglior olio per capelli: è possibile usare solo un olio o usare una miscela di più oli diversi, in base alla tipologia del proprio capello. Si può addirittura provare ad aggiungere ai normali oli qualche goccia di olio essenziale, sia per profumare sia per potenziare l’azione della miscela. Generalmente, comunque, per i capelli secchi sarà più utile un impacco con olio di argan, di cocco e di mandorle dolci. Questi oli hanno delle proprietà lenitive, nutrienti, aiutano a prevenire e a curare le doppie punte e l’eccessiva secchezza, ammorbidiscono la cute e rendono i capelli molto luminosi. Per i capelli grassi, invece, può essere utile utilizzare l’olio di neem: un olio estratto dai frutti e dalle foglie di una pianta di origine orientale con un effetto antibatterico, antisettico e antivirale, adatto soprattutto come rimedio per psoriasi, forfora, dermatiti e cute grassa. Se miscelato con del gel di aloe vera risulta particolarmente utile in caso di pruriti e problematiche del cuoio capelluto.

Un olio particolarmente adatto a mantenere i capelli in perfetta salute e applicabile su ogni tipologia di capello con grossi benefici è l’olio di ricino.

Le proprietà dell’olio di ricino per i capelli
L’olio di ricino viene spesso utilizzato per altri scopi, visti i suoi numerosi pregi. Molte volte pensare all’olio di ricino ci rimanda subito alla mente i suoi effetti lassativi e non ci fermiamo invece a considerare quanti benefici possa portare nel campo dell’estetica e della cosmetica. Infatti, l’olio di ricino è un vero e proprio toccasana per il nostro cuoio capelluto. L’olio è ottenuto grazie alla spremitura a freddo e filtrazione dei semi di ricino.

L’olio di ricino mantiene i capelli in perfetta salute e agisce direttamente sul bulbo pilifero, contrastando così la caduta dei capelli e avvantaggiando la crescita del capello, poiché la composizione dei semi di ricino è molto vicina a quella della cheratina, che costituisce il principale elemento di peli, unghie e capelli. Per questo l’olio di ricino favorisce una crescita più rapida e rende la chioma corposa, folta, luminosa e forte.

Come utilizzare l’olio di ricino sui capelli
L’olio di ricino è un prodotto molto denso ed è possibile applicarlo sui capelli con diverse modalità. Si possono massaggiare per almeno cinque minuti i capelli umidi, in tutta la loro lunghezza, con poche gocce diluite, insistendo soprattutto sul cuoio capelluto. Tendenzialmente va applicato circa un paio di volte a settimana a seconda del capello, ed è consigliabile applicarlo anche sulle sopracciglia, per renderle folte e lucenti. Gli esperti suggeriscono un tempo di posa di almeno mezz’ora, seguito da un lavaggio molto accurato con uno shampoo delicato e di derivazione naturale, senza parabeni, per eliminare le tracce dell’olio. Va segnalato che l’olio di ricino ha un effetto leggermente scurente sui capelli, anche se è un effetto temporaneo e scompare dopo qualche ora.

L’olio di ricino è perfetto per ogni tipo di capello: cura le doppie punte e rinforza i capelli secchi e fini, aiuta a contrastare la perdita di capelli ed è un valido alleato nel caso di alopecia e diradamento. L’olio è inoltre adatto anche ai capelli grassi, poiché riequilibra il PH del cuoio capelluto grazie agli antiossidanti e acidi grassi di cui è composto. Per questo motivo è anche perfetto come rimedio per i capelli crespi. Insomma, l’olio di ricino ha proprietà quasi miracolose per tutte le chiome ed è un elemento che non può mancare in una corretta beauty routine e per la salute dei capelli.

Advertisements