Sanità, Campania maglia nera per morti evitabili. Critiche a De Luca da Tommasetti (Lega) e Iannone (FdI).

324
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin

“I recenti dati della Relazione sullo Stato Sanitario del Paese pubblicati dal Ministero della Salute evidenziano, ancora una volta, la situazione particolarmente critica in cui versa la sanità della nostra regione e certificano il fallimento dell’amministrazione De Luca”. Così il prof. Aurelio Tommasetti, dirigente nazionale della Lega.
“I dati mettono in luce le gravi inefficienze nella gestione della sanità, decantata, invece, dal nostro governatore come modello da seguire. La Campania – continua Tommasetti – si conferma maglia nera per mortalità evitabile: i cittadini della nostra regione sono i primi, in Italia, a morire per malattie del sistema cardiocircolatorio ed i secondi per patologie oncologiche. Sussiste, inoltre, il grave problema dei pazienti multicronici: la Campania è prima in Italia per numero di ultra 65enni (43,3%) e seconda per 18enni (14,3%, peggio solo la Calabria con 14,7%) affetti da più patologie invalidanti.
Le responsabilità del governatore e della sua squadra – conclude Tommasetti – sono evidenti e la situazione continua a peggiorare, senza alcuna prospettiva di miglioramento. Occorre abbandonare le logiche clientelari e privilegiare trasparenza ed efficienza. In caso contrario, nei prossimi anni assisteremo ad un’emergenza sociosanitaria senza precedenti”.
“La Campania è maglia nera anche per morti di tumore e di cuore. Ormai De Luca è il primo rischio per la salute dei campani. Lo conferma indubitabilmente la nuova relazione sullo stato della sanità pubblicata dal Ministero della Salute. I dati sono catastrofici come viene riportato. Al cospetto di questo disastro De Luca è incredibilmente intento ad organizzare, a spese del contribuente, la marcia della pace, una passerella politica a consumo personale. Mai più ultimi era il suo slogan ed infatti dopo sette anni siamo primi. Ma siamo primi per morti di tumore e di cuori, siamo primi per rischio povertà, siamo primi per degrado della nostra società”.

 

Lo dichiara il senatore Antonio Iannone, Commissario Regionale di Fratelli d’Italia in Campania.
Advertisements