Arriva Father and Son, l’app per giocare con il Museo Archeologico Nazionale.

0
295
Una immagine di "Father and son-the game", il primo videogame prodotto e distribuito nel mondo da un Museo archeologico, presentato oggi in una conferenza stampa al Mann di Napoli, 24 gennaio 2017. ANSA / US - SEAN WENHAM +++ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING+++

‘Father and Son’, il primo videogioco prodotto da un Museo Archeologico, il MANN di Napoli, realizzato in inglese e italiano, sarà rilasciato nella primavera 2017 su Apple Store e Google Play, gratuitamente e senza contenuti pubblicitari. Il giocatore assume il ruolo di Michael, un giovane che si reca a Napoli, al Museo Archeologico Nazionale, dopo aver ricevuto una lettera di suo padre.

Esplorando le strade della città partenopea e le sale del museo, si incontreranno storie che attraversano le epoche: ad esempio, si verrà catapultati nel 79 d.C. a Pompei nelle ventiquattro ore che precedettero l’eruzione del Vesuvio, per poi ritornare nel 2017 presso le rovine della città romana.

Le scelte del giocatore influenzeranno il finale. ”Se prima erano le sole mostre a parlare del Mann in molte città estere, ora una straordinaria avventura digitale ci farà dialogare con migliaia di potenziali nuovi visitatori”, ha spiegato il direttore Paolo Giulierini. (ANSA)

LASCIA UN COMMENTO