Cos’è un algoritmo?

0
2157

Immagina di alzarti dalla sedia per andare a prendere un bicchiere d’acqua, ragionandoci un attimo, è possibile spezzettare tale procedimento in una serie di azioni elementari, ti alzi dalla sedia, vai in cucina, prendi la bottiglia e versi l’acqua. Tale costruzione è alla base del concetto di algoritmo, che dunque non è altro che l’insieme di processi elementari volti a compiere una determinata azione. In questo articolo approfondiamo il concetto di algoritmo e le sue applicazioni nel mondo odierno, buona lettura!

Le proprietà di un algoritmo

Come accennato in fase introduttiva, un algoritmo è una strategia volta alla risoluzione di un problema per mezzo di una sequenza finita di operazioni (dette anche istruzioni). Tuttavia, un algoritmo, per essere definito tale, deve godere di 4 proprietà:

  • Finitezza: l’algoritmo deve essere costituito da una serie di passaggi finiti.
  • Determinismo: Dati gli stessi dati di ingresso l’algoritmo restituisce sempre lo stesso risultato.
  • Disambiguità: I passaggi degli algortimi non devono essere soggetti a interpretazione, devono dunque essere chiari e precisi.
  • Generalismo: Un algoritmo deve essere in grado di risolvere tutti i problemi appartenenti alla stessa classe (ad esempio, la somma di due numeri puoi essere risolta con un solo algoritmo, al di là del valore dei numeri dati).

Inoltre vige anche il principio di univocità, consistente nel fatto che un algoritmo debba produrre un risultato univoco e con una sola interpretazione possibile. Insomma, parliamo di problemi chiari che portano a risposte anch’esse chiare e sistematiche.

Applicazione degli algoritmi

Gli algoritmi, essendo un metodo generale di problem solving, hanno un’applicazione pressoché eclettica. Sebbene siano dunque di così ampio utilizzo, si prestano maggiormente alla risoluzione di problemi matematici, affiancandoli quindi a varie branche delle scienze, in particolar modo nei settori informatici.

Il loro maggior apporto, ai giorni nostri, è quello fornito dalla loro applicazione all’interno dei linguaggi di programmazione, di fatto, quando viene scritto un programma informatico, il programmatore cerca innanzitutto di scomporre il problema in una serie di processi elementari, creando quindi un algoritmo che verrà poi trascritto sul software di programmazione attraverso una serie di istruzioni elementari volte a risolvere il problema.

Abbiamo dunque a che fare con gli algoritmi ogni giorno, e questi ultimi rappresentano uno dei migliori modi di scomporre un problema in passi elementari, motivo per cui tale scomposizione viene spesso adottata nei campi relativi alla gestione dei problemi e il raggiungimento degli obiettivi prefissati. Secondo voi è più facile stabilire il tempo che impieghiamo a preparare la pasta o quello necessario a metterla nel piatto? Chiaramente più un problema è piccolo e più è predicibile, motivo per cui, tale scomposizione, consente di avere maggior chiarezza sui tempi e gli esiti dell’intero problema.

Conclusioni

In questo articolo abbiamo voluto spiegarti come gli algoritmi facciano parte della nostra quotidianità, spesso un concetto che viene superficialmente relegato solamente ad aspetti matematici/informatici, ma che in realtà trova una sua applicazione in qualsiasi campo. Basti pensare ad esempio, alle video slot, programmate per mezzo di algoritmi che, in una percentuale più o meno alta, offrono diverse vincite all’utente, chiaramente più la vincita e grande e più l’algoritmo relativo a tale vincita avrà una percentuale bassa. Se vuoi appurare tali percentuali con le tue mani, ti consigliamo di iscriverti a NetBet scommesse online, un sito di scommesse che ti permette di giocare a centinaia di slot in maniera rapida e sicura. Occhio solo a giocare saggiamente, non scommettere ciò che non ti puoi permettere di perdere, l’algoritmo non ha pietà e agisce in maniera meccanica, ricordatelo sempre!

Advertisements

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here