Doppio Mertens, il Napoli supera la Samporia, ora testa al Liverpool.

Napoli batte Sampdoria 2-0 (1-0) nel secondo dei tre anticipi del sabato validi per la 3/a giornata del campionato di calcio di Serie A. Ha deciso il match una doppietta realizzata dal belga Mertens.

Con la doppietta segnata oggi contro la Sampdoria, Dries Mertens sale a quota 113 gol fatti con la maglia del Napoli tra campionato e coppe, avvicinando al secondo posto nella classifica dei marcatori azzurri all-time Diego Armando Maradona, che arrivò a 115. In testa alla graduatoria c’è Marek Hamsik che ha segnato 121 gol nella sua carriera azzurra. Mertens, che è già a quota tre gol quest’anno, aveva segnato la sua prima doppietta in serie A proprio contro la Sampdoria, nella stagione 2013/14, nel match vinto 2-0 dal Napoli. Mertens al momento della sostituzione è stato osannato dai tifosi del San Paolo che gli hanno cantato un coro “Ciro, Ciro”, con lo stesso motivetto che si usava anni fa per “Diego, Diego”. (ANSA).

“Oggi è migliorata la prestazione collettiva del reparto difensivo, li ho visto più attivi e mobili, abbiamo preso qualche contropiede su palle perse in uscita che a volte forziamo un po’, su quello dobbiamo migliorare”. Carlo Ancelotti parte dalla casella zero gol subiti oggi nell’analizzare il successo sulla Sampdoria. L’allenatore ha avuto alcune risposte che aspettava dopo i 7 gol presi nelle prime due partite e in proiezione della prima sfida di Champions martedì contro l’attacco campione d’Europa del Liverpool. In generale, il tecnico sottolinea di avere visto “una buona partita. Abbiamo spinto e fatto bene possesso. Nel secondo tempo abbiamo dato freschezza alla squadra con i nuovi entrati. Ho visto anche una bella atmosfera al San Paolo”. E sul San Paolo non manca la risposta al tecnico del Liverpool, Juergen Klopp, che si era detto preoccupato che ci fossero almeno le docce nello spogliatoio dopo le polemiche dei giorni scorsi. “Gli spogliatoi degli ospiti non sono stati toccati dai lavori – precisa Ancelotti – ma, se ci fosse stato un problema, lo avrei invitato da noi per la doccia. Negli ultimi giorni hanno fatto un lavoro straordinario, lo spogliatoio è nuovo, pronto e bello”. Sui singoli, Ancelotti sottolinea il turn-over partito alla vigilia del ciclo europeo: “Lozano è arrivato giovedì, ma mi è sembrato brillante e avevo incertezza sulla tenuta di Llorente, su Milik e Insigne. Il messicano ha giocato un primo tempo ottimo poi ha perso un po’ di energie. Mertens? Non possiamo aspettare che gli nasca il figlio per rinnovargli il contratto, perché sarà già scaduto tra nove mesi. Lui e Lozano sono formidabili per dare verticalità alla squadra”. Ultima nota per Elmas: “Nonostante l’età ha molta personalità, è un giocatore dinamico, che deve migliorare l’aspetto difensivo”. Il tecnico della Samp, Eusebio Di Francesco, spiega che, “dopo avere subito 7 gol in due partite, ho cercato di cambiare tatticamente la squadra magari, snaturandomi ma per usare al meglio i giocatori e dare loro fiducia. Poi perdere con il Napoli ci sta, ma anche noi abbiamo avuto chance importanti.
Oggi ho visto cose positive. So che posso dare di più a questa squadra e cercherò di lavorare per dare più autostima e anche qualche punto alla Samp”. (ANSA).

Advertisements