La cena di fine anno del Napoli da D’Angelo Santa Caterina.

0
258
  • “Come hai fatto a plasmarli così?”
  • “ Li ho fatti divertire!”

Si è aperto con questo scambio di battute tra Aurelio De Laurentiis e un Maurizio Sarri il rituale discorso di fine campionato del presidente alla squadra, durante la cena sociale della SSC Napoli che si è tenuta ieri da D’Angelo Santa Caterina.

Una cena tra la gioia di ritrovarsi e la nostalgia per le prossime partenze che ha visto proprio il Presidente, deus ex machina di una sorpresa organizzata per le signore del calcio partenopeo: compagne e mogli dei giocatori, sempre pronte a sostenere i loro uomini nei momenti difficili e a gioire con loro per le vittorie in campo.

E così proprio al momento del piatto forte previsto dal menu di D’Angelo, le Cinque coste di manzo con sale Maldon e fiori di rosmarino è arrivato anche il momento più commovente della serata: la distribuzione di album fotografici e poster inneggianti alla fisicità e alla prestanza atletica dei nostri azzurri.

Un momento attraversato da tutti con passione e nostalgia con un  Presidente pronto a scambiare con ogni giocatore battute affettuose, ricordando le imprese epiche del campionato ormai in dirittura d’arrivo.

Fondamentale anche l’aperitivo in terrazza che ha accolto staff tecnico e giocatori con le montanare gourmet di Antonio Troncone, i taralli del tarallificio Leopoldo, le birre artigianali Maneba, gli spumanti Valdo e i finger food degli chef Giovanni Morra e Luigi Manzo di D’Angelo Santa Caterina.

In un clima rilassato e conviviale i giocatori sono stati accolti non solo dalle bellezze del panorama della terrazza di D’Angelo, ma anche dai cori dei tifosi in festa che li hanno attesi dalle prime ore del pomeriggio lungo via Aniello Falcone.

Tanti gli attori e i personaggi accorsi in location per omaggiare e impreziosire la festa con la loro arte.

La musica di Daniele Decibel Bellini speaker del San Paolo e protagonista di tanti eventi da D’Angelo e le note raffinate dei Sud 58 hanno accompagnato le prime portate in menu: i gamberi vaporizzati agli agrumi con insalata di campo e salmone affumicato e il risotto con fiori di zucca e totanetti rossi.

Una scoppiettante performance dei Due per Duo con una Rosaria Miele e un Peppe Laurato “in piena forma” ha riempito di risate i saloni di D’Angelo con un siparietto sulle conquiste in rete con tanto di avances sceniche ad un divertito Kalidou Koulibaly che si è ritrovato a dover sostenere sulle gambe il dolce peso di Miss Illude.

Il tutto condito da un Merluzzo del baltico in crosta con alghe, burrata, pomodorini confit e crema di basilico.

A completare il parterre di ospiti in sala le divertenti gag di Nello Iorio e Ciro Giustiniani.

“ Quest’anno ci avete regalato la Grande Bellezza del calcio – così un commosso Aurelio de Laurentiis ha chiuso il suo discorso di fine campionato – la meraviglia dello sport che ha riconosciuto non solo l’Italia ma tutto il mondo. Anche se siamo usciti fuori dalle coppe europee io sono felice e orgoglioso di voi! Proprio per questo su richiesta di Hamsik e Maggio ho aggiunto premi per tutto lo staff. Dai giocatori, ai tecnici, al team della comunicazione tutti si sono impegnati per tenere alto il nome della nostra grande squadra! ”

A chiudere in bellezza la serata oltre un “Vi meritate che tutti i vostri sogni si realizzino” pronunciato da un commosso Presidente, un trionfale babà della Pasticceria Blue Moon che come al solito ha firmato scenograficamente l’evento con un  Vesuvio – babà fumante e dalla lava di frutta fresca con la dedica “ABBIAMO UN SOGNO NEL CUORE, NAPOLI TORNA CAMPIONE”

LASCIA UN COMMENTO