Napoli, parla Spalletti: squadra che mi piace e mi somiglia. Insigne lo voglio con me. Lunedì 14 il raduno poi la partenza per il Trentino.

0
999
Il nuovo tecnico del Napoli Luciano Spalletti alla conferenza stampa di presentazione nel centro sportivo di Castel Volturno ( Caserta) , 6 luglio 2021 ANSA / UFFICIO STAMPA CALCIO NAPOLI
Lavora da casa e guadagna on line generando un reddito aggiuntivo

“Il Napoli è squadra forte e sono curioso di entrarci dentro il prima possibile per vedere fino in fondo quanto ne è consapevole. Sei forte e devi esserne consapevole”.

Queste le prime parole in azzurro di Luciano Spalletti che oggi si è presentato al centro tecnico di Castel Volturno nel suo nuovo ruolo di allenatore azzurro.

“Da quando mi hanno detto – ha aggiunto – che avrei allenato il Napoli non gli ho levato gli occhi di dosso mai, è una squadra che mi piace e mi assomiglia ma poi bisogna darci dentro in una città emozionante”.

“Noi qui abbiamo una possibilità di fare delle vittorie e dalle vittoria che faremo sapremo quanto possiamo scrivere il nostro nome nella storia della squadra. Mi piacerebbe una squadra sfacciata, di scugnizzi che credano nel proprio talento e lo mettano in pratica con qualsiasi avversario”.

Lo ha detto Luciano Spalletti, il nuovo tecnico del Napoli nella prima conferenza stampa a Castel Volturno. “Io mi impegnerò al massimo – ha detto e farò impegnare tutti è questo il mio impegno con De Laurentiis con cui spero avremo un matrimonio lunghissimi, perché è una persona che ti dice in faccia le cose. A Napoli completo il tour dell’anima, ho allenato a Roma, a San Pietroburgo in città zar, a Milano città moda e industria e ora a Napoli, dove sono orgoglioso di venire, siederò sulla panchina del campo di Maradona, questa è la città di Diego e San Gennaro, dove calcio e miracoli sono la stessa cosa”.

“Insigne? Sarebbe meglio parlare prima con lui che con voi giornalisti, comunque ci ho parlato al telefono, gli ho fatto i complimenti dopo il gol in nazionale e gli ho detto che mi farebbe piacere fare questo percorso con lui al mio fianco”.

Lo ha detto Luciano Spalletti nella sua prima conferenza stampa da allenatore del Napoli, affrontando l’argomento del capitano azzurro che è in scadenza di contratto nel 2022.

“Poi ci sono altre questioni che riguardano il club – ha detto Spalletti – e le analizzeremo quando torna. Ora faccio solo i complimenti a lui e Di Lorenzo per questo europeo spettacolare che stanno facendo”. Parlando della squadra, Spalletti ha detto che “i giocatori sono già in debito con me da Napoli-Verona,Spalletti si è anche soffermato sui singoli a partire da Osimhen: “è un uomo che sa attaccare la profondità, dentro gli spazi ha grandissime qualità. Si danna per la squadra, gli interessa coprire spazi e metri per non lasciarli agli altri, ma poi abbiamo Mertens che ho sentito dopo l’intervento, Petagna, Lozano. Voglio che tutti si sentano uniti anche dalla scritta che abbiamo sulla casacca di allenamento”.

Mentre Spalletti parlava è stata mostrata la casacca con la scritta “sarò con te e tu non devi mollare”.

Il Napoli si radunerà lunedì a Castel Volturno per preparare la partenza verso il ritiro di Dimaro Folgarida al via il 15 luglio. Lo ha res noto il nuovo tecnico Luciano Spalletti nella prima conferenza stampa.

“Lunedì – ha detto – siamo qui due o tre giorni per i test e le visite e sistemare quello che serve per covid, tutti devono essere vaccinati”. Poi la partenza per Dimaro dove raggiungeranno i compagni anche Zielinski, Elmas e Lobotka, eliminati al primo turno agli Europei, mentre gli altri, a cominciare dagli azzurri Insigne, Di Lorenzo e Meret, si uniranno in ritiro a Castel Di Sangro dopo le ferie. In ritiro potrebbe passare anche Mertens che da poco si è operato alla spalla: “L’ho sentito il giorno prima e il giorno dopo l’intervento – ha detto Spalletti – e mi ha detto che voleva passare a salutare tutti”.

Il Napoli sarà in ritiro dal 15 luglio sul Campo di Carciato a Dimaro Folgarida e alloggerà allo Sport Hotel Rosatti, ormai da dieci anni quartier generale degli azzurri in Val di Sole. La squadra resta lì fino al 25 luglio, poi il 31 ci sarà un’amichevole con il Bayern Monaco e poi scatterà la seconda parte del ritiro a Castel Di Sangro dal 5 al 15 agosto. (ANSA).

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here