Napoliboxe si conferma prima società a Napoli.

0
210

Ormai non è più una sorpresa il primo posto in città della Napoliboxe nelle classifiche ufficiali che la Federazione Pugilistica Italiana stila ogni anno. La società del maestro Lino Silvestri, per il quarto anno consecutivo, è la prima della città di Napoli nella graduatoria federale che tiene conto dell’attività svolta, dei risultati ottenuti e delle riunioni organizzate nel corso dell’anno solare.

Il 39° posto nazionale e il quinto regionale, pur in mancanza di atleti olimpici nell’anno di Rio de Janeiro, confermano la qualità del lavoro svolto da oltre vent’anni dal club di vico Sottomonte ai Ventaglieri, che però non si limita solo all’agonismo: “La soddisfazione per questo riconoscimento è sempre grande – spiega Lino Silvestri -, ma per noi la boxe non è solo uno sport ma una disciplina che allena ad affrontare la vita quotidiana. Questo è importante in un quartiere difficile e con ragazzi che vengono da realtà complesse che spesso sono conosciute per episodi spiacevoli di cronaca e che noi proviamo a portare all’attenzione con grande impegno nel sociale oltre che sul piano agonistico”.

L’ultimo esempio arriva da Davide Saraiello, che proprio oggi compie sedici anni, nato e vissuto nel quartiere Sanità e vincitore degli ultimi due tornei nazionali (prima nella categoria Schoolboys, poi in quella Juniores), che è uno dei venti atleti convocati da Giulio Coletta, head coach Italia Boxing Team nazionali giovanili, per il ritiro della nazionale Junior in programma a Roma, presso il centro di preparazione olimpica del CSE, dal 23 al 28 febbraio. Una conferma anche per il giovane boxeur della Sanità, che nel 2015 aveva partecipato già ai Campionati Europei Schoolboys in Russia.

LASCIA UN COMMENTO