Tennis Napoli Cup by Arnone, il punto della seconda giornata, la pioggia interrompe gli incontri più attesi.

0
458
Con Funshopping.it lavora da casa e guadagna on line generando un reddito aggiuntivo

Umberto Rianna, responsabile tecnico over 18 per la Federtennis, segue tutto il settore azzurro over 18.

La Tennis Napoli Cup by Arnone è un ottimo banco di prova per esaltare la Next Gen azzurra, da Flavio Cobolli, a Luca Nardi, a Matteo Arnaldi allo stesso Jacopo Berrettini e lui per tutta la settimana sarà sui campi del Tennis Napoli per seguire l’evento internazionale.

“A Napoli ci sono tanti ragazzi che seguiamo con attenzione, il torneo è di qualità; spero che i nostri ragazzi siano in gara fino all’ultimo giorno”.

L’organizzazione della Tennis Napoli Cup by Arnone ha riportato a Napoli il tennis internazionale dopo cinque anni. “Bellissimo, ma è chiaro che siamo solo all’inizio. Conosco e apprezzo Cosimo Napolitano, immagino che lui vorrà regalare a Napoli un torneo ancora
più importante. Napoli lo merita, ma anche tutta la Campania. Io sono casertano e ci tengo tantissimo che la mia regione abbia in futuro un grande torneo”.

Rianna segue tantissimi over 18 azzurri e quindi anche fuoriclasse come Matteo Berrettini e Jannik Sinner. “Allenare Matteo Berrettini, in piena condivisione con il suo tecnico Vincenzo Santopadre, rappresenta per me un’esperienza incredibile. Io ho dato tanto, naturalmente, nel mio ruolo di tecnico, ma devo dire che ho imparato anche tantissimo da un giocatore come lui che mi stupisce di più ogni giorno che passa”.

Rianna era nell’angolo di Matteo quando ha vinto i Queen’s sull’erba a Londra e poi quando è giunto in finale a Wimbledon.

“Esperienze meravigliose, uniche. I meriti dei giocatori sono enormi ma devo dire che questo boom del tennis viene da lontano e dal lavoro ben programmato dalla Fit nelle stagioni scorse quando si vinceva decisamente meno ma si pianificava con bravura”.

Il next gen azzurro Matteo Arnaldi avanza agli ottavi della Tennis Napoli Cup by Arnone. Gioca una partita volitiva e di valore contro l’esperto Alessandro Giannessi, sotto lo sguardo attento del capitano di Coppa Davis Filippo Volandri e del coach federale e responsabile degli over 18, Umberto Rianna.

Sul punteggio di 6-2 per Giannessi nel primo parziale e di 3-1 per l’azzurrino ventenne nel secondo set, proprio Giannessi si è dovuto ritirare per un problema al gomito destro. Arnaldi continua così il bel momento di forma dopo aver vinto la scorsa settimana il Futures di Skopje, in Macedonia del Nord.

Agli ottavi vola anche il torrese Raul Brancaccio, sicuro nel battere il romeno Apostol, 7-6 4-0 e ritiro, dopo aver superato con bravura anche le qualificazioni. E con lui passa il romano Gianluca Moroni, che ha piegato il serbo Zekic 6-1 6-7 6-2.

La pioggia ha poi interrotto due dei match più attesi del programma della Tennis Napoli
Cup by Arnone. Si tratta di due derby tutti italiani. Nel primo il napoletano Lorenzo Giustino e Riccardo Bonadio si fermavano sul punteggio 6-3 1-6 all’inizio del terzo set; nel secondo Jacopo Berrettini e Andrea Pellegrino si fermavano invece sul punteggio di 6-2 3-1 per Pellegrino.

Domani terza giornata di gare del main draw con il completamento degli incontri di primo turno della Tennis Napoli Cup by Arnone e con l’atteso esordio del numero 1, l’azzurro Stefano Travaglia, n.89 del mondo questa settimana, contro il turco Kirkin.

Atptour.com

https://www.facebook.com/tennisnapolicup

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here