Un Napoli generoso batte la Juve, decide un rigore di Insigne segnalato dal Var.

0
1263
Napoli's forward Lorenzo Insigne(R)  scores from the penalty spoty the 1-0 goal during italian Serie A soccer match SSc Napoli vs Juventus FC at the Diego Armando Maradona stadium in Naples, Italy , 13 february 2021. ANSA / CIRO FUSCO
funshopping.it è il marketplace dedicato ai piccoli commercianti

Serie A: in campo Napoli-Juventus 1-0

1-0 GOL al 32′! Rete di Insigne. Il capitano del Napoli si presenta dal dischetto e spedisce il pallone all’angolo alto alla destra di Szczesny.

Il rigore è stato assegnato dopo l’on field review dell’arbitro Doveri che non aveva visto in presa diretta la manata di Chiellini su Rrahmani.

Il Napoli batte la Juventus 1-0 in un anticipo della 22/a giornata della Serie A e aggancia momentaneamente a quota 40 punti Lazio e Roma, che giocano domani. A decidere la sfida del San Paolo è un rigore di Insigne – con dedica alla moglie per S,Valentino – che interrompe la striscia di vittorie dei bianconeri che durava da tre giornate.

La squadra di Pirlo resta terza in classifica con 42 punti, ma potrebbe essere superata dalle romane. (ANSA).

La Juventus, reduce in campionato da tre vittorie consecutive, lascia al Maradona l’intero bottino di tre punti: il Napoli vince per 1-0, gol su rigore di Insigne al 31′.

Per il capitano è il centesimo centro in maglia azzurra, in una serata di gelo che dà respiro alla squadra e all’allenatore Gattuso dopo le tensioni delle ultime settimane.

Con la vittoria il Napoli sale a 40 punti in classifica, a meno due dai bianconeri con i quali dovrà ancora essere recuperato il match di andata. (ANSA)

“Abbiamo sofferto tanto e stasera s’è visto un grande spirito di squadra. Sicuramente la Juventus avrebbe meritato qualcosa in più ma è una grande vittoria, ci voleva per il morale. Sicuramente ora dobbiamo recuperare gente, siamo corti”. Parole e pensieri di Gennaro Gattuso, allenatore del Napoli che ha parlato ai microfoni di ‘Sky’ dopo la vittoria contro la Juventus. “Quest’anno gli attaccanti non li ho mai avuto a disposizione e se siamo ancora lì è merito dei ragazzi, con lo Spezia sono sicuramente tre punti che ci mancano, così come in altre partite. Abbiamo regalato diverse partite e a livello di mentalità siamo venuti a mancare, ma dobbiamo pensare anche al fatto che ci sono mancati tanti giocatori in questi mesi”.

Mai avuto dubbi su questo gruppo? “No, altrimenti sarei andato a casa. Senza la fiducia dei giocatori non si può andare da nessuna parte. Ora bisogna guardare avanti, poi alla fine vedremo cosa succederà”.

Cosa ha pensato quando s’è fatto male Ospina? “Il calcio è così, bisogna essere bravi a non piangersi addosso. Speriamo di non perdere più nessuno e recuperare gente. Oggi comunque abbiamo lavorato bene in fase difensiva. A Maksimovic bisogna fare i complimenti, è a scadenza, e a Rrahmani a cui fin qui ho dato poco spazio. Diciamo che nelle ultime 2-3 gare abbiamo commesso un po’ di errori ma ci lavoriamo sempre”.

Oggi a chi arriva un messaggio? “A nessuno. Sono state dette tante cose, l’allenatore deve essere giudicato. A me l’unica cosa che non piace è quando mi si attacca e si parla a livello personale, stop. Poi se pensano che sono scarso o non sono idoneo, sticazzi. Sono grande e vaccinato. Ma sulle bugie e sulle robe sono disposto a fare di tutto”.

Tutto fuori dalla società? “La società mi deve giudicare per quello che faccio, quando non vado più bene fa le sue scelte. Spero di fare quanti più risultati è possibile. A me sarebbe piaciuto giocare solo con i miei giocatori a disposizione, qui ti svegli la mattina e può succedere di tutto. Però ancora c’è tempo, ora bisogna fare di tutto per tornare competitivi”.

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here