Universiadi, Matysin ottimista: ci sono criticità (Stadio San Paolo, Piscina Scandone e PalaBarbuto) ma siamo sulla buona strada. Cantone: pareri su 112 appalti.

0
175

Sarà organizzato su tre macro-poli il Villaggio Atleti per le Universiadi 2019: polo di Napoli al porto, e la sistemazione del Centro per i Servizi Medici nella Stazione Marittima, polo di Caserta e polo di Salerno. Il commissario straordinario Gianluca Basile, dg dell’Aru, oggi in Regione ha ricordato che saranno “circa 10mila gli atleti attesi insieme con gli allenatori e ci sono da ospitare più di mille arbitri negli hotel”. “Per le navi che ospiteranno gli atleti a Napoli – ha sottolineato – l’aggiudicazione è stata conclusa due giorni fa. Gli hotel avranno importanza fondamentale soprattutto a Salerno e Caserta”. Saranno circa 4mila gli atleti ospitati nel porto di Napoli a bordo della Msc Lirica e Costa Vittoria, circa 3000 tra atleti e arbitri in hotel situati a Caserta e a Salerno e circa 2000 atleti nelle residenze universitarie di Salerno e Napoli, attraverso l’accordo sottoscritto con l’Adisurc per 1500 posti letto nel campus universitario di Fisciano, nel Salernitano.

“L’Universiade estiva di Napoli dimostrerà che l’Italia è in grado di organizzare eventi sportivi mondiali e questo servirà anche perché l’Italia è candidata a ospitare l’Universiade invernale 2026”. Lo ha detto il presidente Fisu, Oleg Matytsin, in occasione della riunione di oggi sullo stato di attuazione dei lavori, in vista delle Universiadi 2019, in programma a Napoli e in Campania dal 3 al 14 luglio prossimo.

“Tra poco più di 7 mesi, la Fisu celebrerà 70 anni – ha affermato – e a Napoli si terrà la 30esima edizione dell’Universiade. Questi giochi universitari saranno l’evento sportivo più importante del 2010, per questo gli occhi di tutti saranno rivolti alle prestazioni degli atleti”. “Non avremmo mai potuto pensare a luogo migliore per celebrare tutti questi anniversari del Paese dove fu organizzata la prima edizione delle Olimpiadi universitarie – ha aggiunto – che si sono svolte a Torino nel 1959”. “Ci saranno – ha proseguito – oltre 100 emittenti tv e radio per diffondere le Universiadi nel mondo”.

Matytsin non ha tuttavia mancato di evidenziare anche le criticità ancora in essere. “Ieri sono stato allo stadio San Paolo, alla piscina Scandone e al PalaBarbuto – ha concluso – c’è ancor molto da fare. Anche perché nel momento in cui i lavori saranno conclusi servirà altro tempo per le attrezzature, i servizi e poi per testare gli impianti”. (ANSA).

“Sono stati 112 i pareri finora espressi dall’Anac sulle gare per le Universiadi e sono costanti i contatti con i tre uomini della Gdf che si sono occupati anche dell’Expo di Milano”. Lo ha detto Raffaele Cantone, presidente dell’Anac, autorità nazionale anticorruzione, in occasione del tavolo di oggi con i vertici di Universiadi, Fisu, Coni, Cusi, enti locali e Regione Campania.

“Abbiamo seguito il percorso fase per fase – ha affermato Cantone – e devo dare atto che il commissario straordinario Basile ha messo in piedi uno staff che ha adottato soluzioni sempre corrette e in linea con le regole”.

“Fare bene un appalto – ha sottolineato – fa guadagnare tempo perché non si va verso contenziosi. Dopo qualche difficoltà iniziale legata all’evento ora le cose stanno andando bene. Dopo le perplessità e le critiche del passato ora devo esprimere soddisfazione”.
“Ci sono ancora altri appalti – ha concluso – ma quello più importante, delle navi per gli atleti, siamo riusciti a portarlo a casa”. (ANSA)

LASCIA UN COMMENTO