Farina e cioccolato, i dolci delle feste al Grande Albergo Vesuvio a cura di Mulino Caputo.

0
145

Per le prossime festività undici maestri pasticceri hanno accolto la sfida di reinterpretare i dolci campani di Natale dando loro una nuova veste, ma anche creando nuovi lievitati, tutti percorrendo il tema di due principi dell’arte bianca: “Farina&Cioccolato”.

Un’indicazione che ha stimolato la loro creatività permettendo la nascita di dolci dal contenuto nuovo.

Così per il decimo anno l’evento de “I Dolci delle Feste dei Grandi Interpreti by Mulino Caputo” chiamati a raccolta da Antimo Caputo, ad dell’omonimo mulino napoletano, ha visto sfilare nelle sale del Grand Hotel Vesuvio di Napoli cassate al cioccolato e nocciole di Avella, cassatine al cioccolato, panettoni ai tre cioccolati con albicocche del Vesuvio, gli stessi struffoli, dolci portati a Napoli dai greci che fondarono la città oltre 2000 anni fa, si sono rinnovati con il cibo degli Dei.

    L’evento è una sorta di défilé, in cui le specialità dolciarie sono scese in passerella al posto degli abiti, presentati prima in esclusiva per poi essere a disposizione dei golosi. Ecco chi ha partecipato all’evento: Luigi Biasetto, Sal De Riso, Salvatore Capparelli, Ciro Poppella, Marco Infante, Pasquale Pesce, Chiara Cianciaruso, Carmine Di Donna, Angelo Mattia Tramontano, Michele Cannavacciuolo, Sabatino Sirica.
“Quest’anno celebriamo la decima edizione de I Dolci delle Feste dei Grandi Interpreti e siamo sempre più soddisfatti e orgogliosi di questo evento – ha detto Caputo – I dolci di Natale rappresentano, da sempre, il suggello di un momento di festa e il collante per famiglie e amici. Utilizzando “Farina&Cioccolato”, due protagonisti indiscussi dell’arte dolciaria, i maestri pasticceri hanno proposto, in anteprima, nuove e squisite creazioni, realizzate ad hoc per l’evento”.
(ANSA).

Advertisements

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here