Giornata Mondiale della Pizza, Vesi: concordo con Pace, rispettare disciplinare.

449
Villaggio turistico camping Golden Beach a Paestum nel Cilento direttamente sulla spiaggia

In occasione della Giornata Mondiale della Pizza, Giuseppe Vesi, storico pizzaiolo napoletano, intende condividere il pensiero con il Presidente dell’Associazione Verace Pizza Napoletana, Antonio Pace, che ha giustamente ha affermato che i pizzaioli devono avere sempre bene a mente il rigido disciplinare dell’associazione altrimenti ognuno rischia di fare a modo proprio.

“Questa affermazione – spiega Vesi – mi rende felice, perché ho affidato il mio pensiero ad un comunicato apparso nei giorni scorsi in cui affermavo proprio questo. Ringrazio il presidente Pace, che si spende tantissimo per tutelare, valorizzare e promuovere la nostra pizza in Italia, ma anche nel mondo, ottenendo dei successi straordinari”.

Un disciplinare molto chiaro e preciso, che non consente a nessuno di produrre cose diverse se non quelle descritte.

“Ci sono molti pizzaioli, anche bravi e famosi, che si sentono in diritto – continua Vesi – di recriminare la produzione di pizze che non rispettano il disciplinare, ma che, invece, sono delle variazioni, che non appartengono alla verace pizza, eppure nonostante questo vengono vendute come tali. Moltissimi pizzaioli devono la loro arte anche alla loro storia. Ci sono famiglie, come la nostra, ma anche tantissime altre, che si tramandano da decenni quelle regole, che oggi sono scritte, ma che in passato facevano solo parte della memoria orale”.

“Vorrei solo aggiungere in conclusione – prosegue Vesi – che da circa quindici anni abbiamo realizzato la nostra pizza gourmet, che non si immaginerebbe mai di soppiantare o sostituire la “verace”, perché le intenzioni sono solo quelle di creare una alternativa attraverso la ricerca”.

Advertisements