Inaugurata navetta elettrica al Parco Sommerso di Gaiola

Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin

Arriva GaiolEtta, la Navetta Elettrica del Parco Sommerso di Gaiola. Ancora un nuovo servizio gratuito per cittadini e turisti, messo a disposizione dall’Ente gestore CSI Gaiola onlus, per rendere più agevole e confortevole recarsi nella piccola Area Marina Protetta partenopea durante la stagione estiva.

Sembra davvero un lontano ricordo la Gaiola di qualche anno fa, abbandonata al degrado ed all’incuria, presa d’assalto durante la stagione estiva e lasciata nell’oblio il resto dell’anno. Oggi, tassello dopo tassello, continua il processo di riscatto territoriale che ha trasformato questo luogo dimenticato in un piccolo gioiello della città di Napoli e modello virtuoso di gestione e fruizione sostenibile di un’area marina protetta.

Anche grazie all’accordo istituzionale firmato tra Ente gestore, Comune di Napoli e Autorità portuale per la fruizione sostenibile dell’area, sempre più cittadini e turisti negli ultimi anni stanno riscoprendo infatti le meraviglie del Parco sommerso di Gaiola dove a pochi metri di profondità si possono ammirare le antiche vestigia della villa d’otium del Pausilypon avvolte da un’esplosione di forme e colori di una vita marina, che finalmente qui ha trovato un luogo dove poter rigenerarsi e ripopolare i nostri mari. In tal senso di recente è partito il Progetto Posidonia oceanica, per riportare nelle acque del parco e della Città di Napoli uno degli habitat più importanti del Mediterraneo.

Non solo cura e tutela del patrimonio naturalistico e culturale ma anche un impegno continuo portato avanti in questi anni nel migliorare le condizioni di vivibilità e cura del luogo per bagnanti e visitatori.

E’ di poche settimane fa il lancio degli ombrelloni sociali marini, 10 ombrelloni firmati dai disegni marini dell’artista Serena Strino, che ogni giorno vengono dati gratuitamente ai bagnanti del Parco, sempre con un occhio di riguardo per anziani e famiglie con bambini.  Anche in questo caso grande successo: oggi i bagnanti vengono a ritirare e riporre diligentemente il loro ombrellone, imparando a conoscere ogni giorno una specie marina che popola i fondali del Parco.

E adesso, ecco arrivare la navetta GaiolEtta. Dimensioni piccole, per poter muoversi agevolmente sulla tortuosa Discesa Gaiola, ma sedute comode per una portata complessiva di 8 persone e, ovviamente, supergreen con trazione esclusivamente elettrica.  Rispondendo ai suggerimenti per migliorie dei fruitori, il Parco si è dotato di questo ulteriore servizio agli utenti, aderendo al progetto Clima del Ministero dell’Ambiente, messo in campo per incentivare la riconversione energetica partendo dai Parchi e dalle aree protette.

Il servizio naturalmente non nasce per essere un servizio di trasporto pubblico per la Gaiola, ma solo un piccolo servizio sociale in più per venire incontro a chi può avere più difficoltà, soprattutto d’estate, a percorrere a piedi la strada che conduce al Parco. La navetta sarà infatti dedicata prioritariamente a persone anziane e famiglie con bimbi piccoli e partirà dallo stazionamento bus di capo Posillipo, per venire incontro a chi sceglie di recarsi al Parco utilizzando i mezzi pubblici cittadini.

La navetta, completamente gratuita, a cura dell’Ente gestore, entrerà in funzione in via sperimentale tutti i weekend di Agosto, con 4 fasce orarie in concomitanza con apertura e chiusura del Parco ed il cambio turno tra mattina e pomeriggio:

8:30 – 10:30; 12:30 – 14:30; 17:00 – 18:30.

Presenti al primo giro inaugurale, il Direttore del Parco sommerso di Gaiola, Maurizio Simeone, l’Assessore al Turismo del Comune di Napoli, Teresa Armato ed il Presidente della I Municipalità Giovanna Mazzone.

 

Dopo tanti anni di incuria oggi credo che il compito di un’area marina protetta come quella di Gaiola, incastonata nel tessuto urbano di una grande metropoli come Napoli, sia sempre più quello di far camminare di pari passo la tutela e la fruizione pubblica sostenibile, con un occhio sempre rivolto verso le fasce sociali più deboli o disagiate. La cura e tutela di questi luoghi e la vivibilità e sicurezza per chi li frequenta sono due aspetti essenziali. Oggi chi si reca alla Gaiola, anche semplicemente a farsi un bagno e rilassarsi sulla spiaggia, ha finalmente la percezione di trovarsi all’interno di un Parco naturale e questo aiuta enormemente anche l’azione di tutela di questo immenso patrimonio cittadino.”  Maurizio Simeone, Direttore AMP Parco Sommerso di Gaiola.

 

Oggi, nel cuore della terza città d’Italia, possiamo vantare un gioiello che offre un centro di ricerca e divulgazione, laboratori didattici con attività ludico creative, percorsi per escursioni e itinerari storico archeologici ricchi di storia e di fascino che includono anche la Grotta di Seiano e il Parco archeologico del Pausilypon. In questo contesto così ricco di opportunità, sia per i cittadini sia per i turisti, si inserisce una spiaggia che, grazie alla sinergia con il CSI Gaiola Onlus, è stata resa nel tempo sempre più accessibile e vivibile. In questo percorso GaiolEtta rappresenta un ulteriore tassello fondamentale di tanti altri che si aggiungeranno in futuro. Come amministrazione sentiamo il dovere di valorizzare il più possibile questo modello, forti anche dell’accordo istituzionale rinnovato con il Parco.” Teresa Armato, Assessore al Turismo del Comune di Napoli.

 

«Siamo lieti di aver offerto il nostro supporto per questa iniziativa che, ancora una volta, ci vede in prima linea nel rendere fruibile un bene che è di tutti i cittadini. La I Municipalità è da sempre impegnata a rendere concreto quel cambiamento di paradigma che troppo a lungo è stato solo una vuota dichiarazione di intenti. La mobilità green e il turismo sostenibile sono obiettivi che continueremo a perseguire con il preciso intento di valorizzare le meraviglie che sono un patrimonio inestimabile del nostro territorio. In questo senso, possiamo dire senza il timore di essere smentiti che questo è solo uno dei progetti nei quali saremo impegnati di qui ai prossimi anni».  Giovanna Mazzone, Presidente della I Municipalità.

Advertisements