La Campania conferma buone performance alla Bit di Milano. La soddisfazione di Maddaloni.

0
43

ec4bf4b9d02eef91a71e534d2c991c28Bellezze naturalistiche (69,4%), facilità di raggiungimento della destinazione (50,3%) e patrimonio artistico-monumentale (48,8%), sono le tre motivazioni per la scelta della Campania da parte dei turisti stranieri e italiani che hanno soggiornato in regione.

Nella vacanza hanno visitato (45,8%) il centro storico, sono andati al mare (41,5%), hanno fatto escursioni (34,6%).

É l’identikit tracciato da Unioncamere regionale alla Bit di Milano, reso noto dal presidente, Maurizio Maddaloni.

“La Campania si conferma la quinta regione più venduta dai tour operator mondiali, – ha affermato Maurizio Maddaloni presidente Unioncamere Campania – superato Emilia-Romagna, Sicilia e Puglia, abbiamo davanti Lazio, Veneto, Toscana e Lombardia. Sono stati 2,7 milioni i viaggiatori stranieri, 14 milioni i pernottamenti per una spesa di 1,4 miliardi di euro. Cresce il turismo dall’ est Europa, ma in testa resta il Regno Unito seguito da Germania, Usa, Francia Russia Giappone. Quest’anno la Campania sarà commercializzata dal 60 per cento dei tour operator cinesi. La crisi fa segnare però un calo degli italiani del 7% mentre gli stranieri salgono del 6,3%”.Un “Grand tour 2015” con quattro temi guida: la musica nel segno di Enrico Caruso, i sapori – speciale Expo, i Vini e la Notte, ma anche gli “Itinerari” da maggio a gennaio 2016 e il lancio su scala mondiale della Dieta Mediterranea patrimonio Unesco: la Campania si presenta alla Borsa internazionale del Turismo di Milano (12-14 febbraio) confermando una formula di successo confortata dai 200mila ingressi del 2014, con 50 mila Artecard vendute (un incremento superiore al 20 per cento) 200 siti messi in rete, e che ora punta al maggiore coinvolgimento delle aree interne Sannio ed Irpinia. “Sempre in sinergia tra pubblico e privato – spiega l’assessore al Turismo della Regione Campania Pasquale Sommese – in coerenza con la nuova legge sul turismo approvata dopo 30 anni”, ricordando poi lo stanziamento deliberato proprio ieri dalla Giunta di 14 milioni di euro per altri eventi di promozione di siti e beni culturali”.

Lo stand alla Bit di 400 mp sarà allestito da UnionCamere Campania con Scabec, 75 le aziende ospitate, 11 i desk con distribuzione delle 11 guide edite dalla Regione. Il 12 febbraio alle 15, arte e archeologia incontrano le eccellenze gastronomiche campane nell’evento “Dal Garum alla colatura di alici,storia di un lungo viaggio”.

LASCIA UN COMMENTO