Comieco: cresce la raccolta di carta e cartone in Campania, 34 kg per abitante nel 2014 .

0
158

Comieco1Presentato oggi, venerdì 24 luglio alle ore 10,30 a Caiazzo presso la tenuta di San Bartolomeo Casa di Campagna, il progetto C.A.R.T.A. nato da un’idea del Comune di Caiazzo e di Comieco (Consorzio Nazionale per il recupero e riciclo di imballaggi cellulosici) in collaborazione con la Provincia di Caserta, Legambiente Campania e Associazione Libera Caserta e Campania.

Nel 2014, la Provincia di Caserta ha raccolto complessivamente oltre 27mila tonnellate di carta e cartone, con un procapite medio di 30 kg/abitante. Nonostante la crescita del 32,6% rispetto ai risultati 2013, la Provincia rimane il fanalino di coda della Regione, che registra un procapite medio di 34 kg/ab.

Ecco perché uno degli obiettivi principali della Provincia rimane quello di sensibilizzare ancora di più la popolazione residente, i Sindaci e gli Amministratori, affinché la raccolta differenziata diventi una risorsa per i cittadini poiché, è bene ricordarlo, con i contributi che vengono  direttamente riconosciuti ai Comuni dai vari consorzi di filiera, in virtù dell’accordo Anci-Conai,  è possibile contenere o addirittura ridurre la tassa sui rifiuti.

Per la sola frazione cellulosica, nel 2014 la provincia di Caserta ha ricevuto da Comieco quasi 700.000 euro in corrispettivi.

Il Convengo rappresenta così un’importante occasione di incontro tra i Comuni della Provincia di Caserta, che potranno approfondire i vantaggi dell’essere convenzionati con i Consorzi Nazionali di Filiera atteso che gli stessi, oltre la convenienza economica, garantiscono il sistema di tracciabilità dei rifiuti.

In questa occasione sarà inoltre presentato il “Manifesto dei Sindaci della Provincia di Caserta per una raccolta differenziata dei rifiuti etica e di qualità” e il Premio COMIECO , un riconoscimento in denaro, che sarà assegnato al Comune convenzionato che nel periodo settembre-dicembre 2015 farà registrare il maggior incremento nella raccolta di carta e cartone rispetto al periodo 2014.

Il 2014 è stato un anno positivo per la raccolta differenziata di carta e cartone in Campania: quasi 200mila tonnellate raccolte, in aumento del 18% (circa 30mila tonnellate in più) sull’anno precedente, con una raccolta pro capite passata da 29 a 34 kg per abitante. È quanto emerge dal XX Rapporto Annuale di Comieco, il Consorzio Nazionale per il recupero e riciclo di imballaggi a base cellulosica.

I dati medi provinciali forniscono un quadro relativamente omogeneo con una classifica ristretta. Guida la provincia di Salerno  che ha raccolto 35,9 kg per abitante (circa 40mila tonnellate); quasi a parimerito Benevento (35,3 kg/abitante e una raccolta di oltre 10mila tonnellate). Completa il podio la provincia di Napoli con 34,7 kg/abitante, +19% rispetto allo scorso anno. Segue Avellino, con 32,7 kg/abitante e una raccolta di circa 15.000 tonnellate e a chiudere la provincia di Caserta con 30 kg procapite, ma il miglior incremento di raccolta rispetto al 2013 (+32,6%).

Nonostante l’incremento complessivo della raccolta, la Campania mantiene un procapite ancora sotto la media nazionale (51,7 kg/abitante). Per ridurre questo gap, nel 2015 è stato rinnovato il Bando Anci-Comieco, a conferma dell’impegno del Consorzio nel sostenere i comuni italiani nello sviluppo della raccolta differenziata di carta e cartone. In Campania, sono sette i comuni ammessi al Bando che riceveranno oltre 300 mila euro di finanziamenti per l’acquisto e il potenziamento delle attrezzature per la raccolta e per campagne di sensibilizzazione.

 “I finanziamenti erogati all’interno del Bando Anci-Comieco si vanno ad aggiungere ai corrispettivi economici che Comieco riconosce ai Comuni in convenzione a fronte della loro raccolta differenziata di carta e cartone: nel 2014 sono stati oltre 7 milioni e 500mila euro i corrispettivi versati ai Comuni campani.” ha dichiarato Ignazio Capuano, Presidente di Comieco. “L’impegno di Comieco in Campania si concretizza anche in numerose attività mirate promosse dal Consorzio sul territorio: dal progetto dedicato al Rione Sanità di Napoli per il recupero del cartone prodotto dall’attività dei commercianti e degli artigiani del quartiere con l’obiettivo, non secondario, di animare il quartiere e di renderlo più pulito, al progetto col comune di Gragnano per avviare un’autentica “economia circolare”, coinvolgendo le imprese della filiera della produzione e confezionamento della pasta.”

A livello nazionale, nel 2014 la raccolta di carta e cartone ha registrato un aumento del +4% per un totale di oltre 3,1 milioni di tonnellate: 120 mila tonnellate in più rispetto all’anno precedente e un pro capite che sfiora i 52 kg/abitante (nel 2014 era di 48 kg/abitante).

Guardando nel dettaglio l’intero Paese, le variazioni sono tutte in positivo per le tre macro aree: +1,6% per il Nord, +4,7% per il Centro e il Sud con +10,6%.

LASCIA UN COMMENTO