Comune di Napoli e Libera per legge su reddito di dignità, raccolta firme fino al 26 giugno.

0
81

T-3f981152ec5366e70a2bd614be0adef8-696x243L’acuirsi della crisi economico-finanziaria, unita alle condizioni di difficoltà strutturali della nostra città, riproduce disuguaglianze e povertà. In questo contesto e nell’ambito delle proprio competenze il Comune, unitamente alle amministrazioni decentrate, non può non partecipare in questa fondamentale lotta di civiltà. Le azioni promosse dall’Amministrazione nel campo delle politiche attive per il lavoro e lotta alla povertà sono state diverse, ivi compresa la partecipazione attiva alla campagna di Libera e Federconsumatori Campania “Miseria ladra”, ma da sole non bastano se non ci sarà una netta inversione di tendenza nelle politiche nazionali ed una presa di coscienza collettiva.

Per questo motivo il Comune di Napoli – attraverso l’assessorato al Lavoro e alle Attività produttive – intende sostenere con forza e insieme a Federconsumatori Campania la campagna nazionale lanciata da Libera Associazioni Nomi Numeri contro le mafie, per promuovere l’approvazione di una legge sul reddito minimo o di cittadinanza.

L’introduzione di un reddito di dignità è un intervento necessario nel nostro Paese in cui sono inesistenti strumenti di welfare universale; solo l’Italia e la Grecia in Europa non hanno uno strumento come quello del reddito universale. La campagna prevede una raccolta firme attraverso il sito campagnareddito.eu e, dallo scorso 6 giugno, attività di sensibilizzazione in oltre 170 banchetti in tutta Italia.

Il Comune di Napoli partecipa attivamente alla raccolta firme: sarà possibile per i cittadini sottoscrivere la petizione in ogni Municipalità, presso gli URP.

La raccolta firme andrà avanti fino al 26 giugno 2015, pochi giorni prima dell’audizione al Senato del Presidente di Libera Don Luigi Ciotti, prevista per il 30 giugno, nella quale sarà presentato il progetto di legge e saranno comunicati gli esiti della raccolta firme.

Il modulo di raccolta firme ed ogni altra informazione è reperibile sul sito web www.campagnareddito.eu.

LASCIA UN COMMENTO