Concerti di musica barocca con "L'Aurora e il Crepuscolo" sabato 18 a Sorrento.

0
72

2a06v-vpe6ehuv0feysiyrivh-3fkqpxq9dhwmvl7kqUn’intera giornata dedicata alla musica, alla riscoperta del territorio e dei luoghi di interesse paesaggistici e culturali, quella in programma per domani 18 luglio.

L’evento ha come titolo “L’Aurora e il Crepuscolo”, ed è inserito nel programma di Notti tra i tramonti collinari, appuntamento promosso dal Comune di Sorrento in collaborazione con il Comune di Sant’Agnello.

Si tratta di due concerti, ciascuno dedicato ad un aspetto della musica barocca, che andranno a sottolineare l’alba e il tramonto dello stesso giorno, in due spettacolari location.

Il primo, in programma alle ore 4.30 in località Malacoccola, è interamente dedicato al Concerto grosso, forma musicale tipica del barocco italiano basata sull’alternanza di movimenti lenti e veloci e sull’organico strumentale suddiviso in due sezioni: il Concertino e il Concerto Grosso che alternano frasi ed episodi musicali come in un dialogo.

Alle ore 18.30, il concerto “Il crepuscolo: l’opera barocca-le arie”, in località Il Pizzo, lussureggiante tenuta tra Sant’Agnello e Piano di Sorrento, dedicato alle arie più belle dell’opera barocca che, nella musica dell’epoca, fu la protagonista assoluta grazie alla spettacolarità delle sue rappresentazioni e alla bravura dei cantanti.

“La Camerata Sorrentina nasce nel gennaio 2014 dalla volontà di formare un ensemble di musicisti uniti dalla passione di suonare e, prima ancora, di studiare il repertorio barocco – spiega il direttore artistico dell’evento, Luigi De Maio – La Camerata ha, da subito, puntato sulla ricerca di una sonorità propria nella quale trovare una precisa identità, dedicandovi un’intensa e appassionata attività di concertazione. Pur essendo un gruppo di recentissima formazione ha all’attivo una notevole attività concertistica e collaborazioni con affermati solisti. Lo stretto legame col territorio sorrentino, di cui fanno parte i componenti, permette alla Camerata di identificare la propria musica con l’appellativo “musicakm0” (musica a chilometro zero)”.

LASCIA UN COMMENTO