Cronos 'o Patemammone, ill mito di Cronos alla Sala Assoli per Fringe Festival il 13 e 14 giugno.

0
63

locandina-cronos1A suon di dialetto napoletano, inventato e musicale, il mito di Cronos ispira la riflessione sul tempo. E quindi sul vivere e sul morire.

Caravan Teatro, in coproduzione con Fondazione Campania dei Festival, sabato 13 e domenica 14 giugno 2015, alle 21, presenta nella Sala Assoli, in vico lungo Teatro Nuovo 110, Cronos ‘o Patemammone, scritto e diretto da Giovanni Del Prete.

In scena Francesca Iovine, Orazio Cerino e Antonio Vitale danno vita a tre personaggi grotteschi che vivono all’ombra incombente di un vecchio, ormai su una sedia, e impauriti da sinistri rumori.

«Il mito di Cronos racconta di un dio che per paura di essere spodestato mangia i suoi figli, di un Dio che non è mai sazio del suo potere» spiega Giovanni Del Prete nelle note di regia e prosegue «La nostra storia è quella di tre personaggi, grotteschi in ogni loro espressione, che vivono all’ombra incombente di un vecchio, ormai su una sedia, e impauriti da sinistri rumori. A questi rumori seguono delle morti, ma non si sa chi o cosa fa morire. Nel tessere le relazioni familiari, ognuno pensa che l’altro sia il colpevole. I tre personaggi sono i diversi modi di vivere il tempo, di nietzschiana memoria, nel passato, nel presente e nel futuro, e ognuno di loro vive e muore dei propri umori, desideri e paure. Lo spettacolo vuole essere una riflessione sul tempo, e quindi sul vivere e morire. Il dialetto napoletano diventa inventato e musicale, e accentua perfettamente la cifra grottesca che i personaggi incarnano».

scene e costumi Francesco Felaco | musiche Tommaso Grieco  | organizzazione Teresa Monda  assistente alla regia Santa Verde

Biglietti e abbonamenti Fringe: € 25 – 5 ingressi a scelta tra i 30 spettacoli in programma|
intero €10 | under 26 – over 65 – operatori dello spettacolo €8

Biglietteria e infopoint: Teatro Mercadante: da lunedì a sabato, ore 10 – 18 | domenica 10 – 14; Nuovo Teatro Sancarluccio o via San pasquale a Chiaia 49: da lunedì a sabato ore 10 – 18.

LASCIA UN COMMENTO