Dino Bruscino presenta la nuova Green House di Ambiente.

0
148

Green House 011Arriva una grande novità in casa Ambiente S.p.A., azienda leader nel recupero di materia prima derivante dalla raccolta differenziata, con sede a San Vitaliano. Si tratta della “Green House”, isola ecologica mobile presso la quale è possibile conferire lattine, bottiglie di plastica, flaconi e olio esausto. Presentata in occasione della celebrazione dei 25 anni di attività di Ambiente S.p.A., la “Green House” è il nuovo fiore all’occhiello della società, sempre all’avanguardia nella ricerca di soluzioni innovative per dare nuova vita alla materia. “Si tratta di una stazione ecologica autonoma e autosuffciente nella gestione e controllo del materiale depositato mediante rivelatori di peso, volume e posizione.” – spiega Dino Bruscino, fondatore di Ambiente S.p.A. –

“Nasce come alternativa alla raccolta porta a porta, per ridurre i costi di trasporto e di personale attraverso i sistemi di telelettura a distanza che permettono la gestione dei ritiri solo quando necessario.”

“Il centro di raccolta” – continua Dino Bruscino – “costituisce un’attività di pubblico interesse pensata per fornire al cittadino la possibilità di conferire i rifiuti in modo differenziato. Al contempo essa prevede, per il cittadino virtuoso, il riconoscimento di premialità economica, sotto forma di buoni spesa, o di acqua pura da ritirare al momento.”

Un sistema innovativo per incentivare la raccolta differenziata, dunque, che potrà facilmente essere adottato da comuni e aziende municipalizzate, ma anche da aziende private, come supermercati o centri commerciali presso i quali sarà possibile utilizzate i buoni spesa erogati. Un nuovo servizio che potrà ora essere offerto ai cittadini e alle istituzioni e di cui Dino Bruscino si dice giustamente orgoglioso.

“E’ un’ulteriore dimostrazione della volontà di Ambiente S.p.A. di crescere e di raggiungere nuovi traguardi nel settore della Green Economy, aermandosi sempre più come una realtà imprenditoriale al servizio del territorio e dei cittadini”, conclude Dino Bruscino.

LASCIA UN COMMENTO