A Ditellandia ci sono due lavoratori speciali.

0
81

20157159404dlL’Acquapark Ditellandia ha assunto due lavoratori speciali, e anche se a tempo determinato, ai responsabili va un forte plauso poiché hanno aperto la strada ad una innovazione che dimostra come l’integrazione delle persone con disabilità nel mondio del lavoro piò essere realtà anche in territori difficili, come possono essere alcune del Sud Italia: Monica e Carmine lavoreranno per due mesi nel parco divertimenti sul litorale di Mondragone come operatori nel bar e nella mensa della struttura.

Un traguardo reso possibile anche grazie al progetto ed all’opera di sensibilizzazione sul tema del lavoro abbinato alla disabilità intellettiva, portata avanti da AIDP (Associazione Italiana Persone Down) e Fondazione con il Sud.

908707Il contratto a tempo determinato di Monica Margheron e Carmine Ferrara, della sezione AIPD di Caserta, è il primo frutto del progetto “Lavoriamo in Rete – Percorsi di inserimento lavorativo nei territori del Sud”, promosso da AIPD Nazionale e finanziato dalla Fondazione CON IL SUD.

La collocazione geografica è proprio una delle novità di questa notizia: «Per la sede AIPD di Caserta è veramente un segnale forte, la sensibilizzazione sul tema del lavoro abbinato alla disabilità intellettiva comincia a dare i suoi frutti anche sui territori più difficili», dice Monica Berarducci, responsabile dell’Osservatorio sul mondo del lavoro e responsabile del progetto. «Sta finalmente cambiando l’approccio alle persone con sindrome Down, che iniziano ad essere considerate delle persone capaci e possibili lavoratori».

908708Il progetto coinvolgerà 13 operatori e 13 Sezioni AIPD (35 persone con sindrome di Down e 35 famiglie) a Bari, Caserta, Catanzaro, Cosenza, Foggia, Lecce, Matera, Milazzo-Messina, Napoli, Oristano, Potenza, Reggio Calabria, Termini Imerese. L’obiettivo del progetto è incrementare la motivazione, la consapevolezza, la capacità e l’occupabilità delle persone con sindrome di Down; verrà inoltre creato un database online di raccolta dati dei potenziali lavoratori e delle aziende dei territori coinvolti.

LASCIA UN COMMENTO