Expo 2015, Campania chiama USA, la chef stellata Mary Sue Milliken mercoledì 3 a Città del Gusto.

0
70

Chef-Mary-Sue-MillikenExpo 2015: piattaforma mondiale di incontro e confronto di idee e culture differenti, aventi tutte, come comun denominatore, il pensiero rivolto all’alimentazione e alla nutrizione.

L’elemento cibo dunque è alla base di scambi e connessioni che coinvolgono diversi attori del food system internazionale, come quello che, mercoledì 3 giugno, vedrà protagonisti Napoli e gli USA.

Grazie alla collaborazione del Consolato Generale USA per il Sud Italia infatti, la star-chef americana Mary Sue Milliken, dopo aver fatto visita al padiglione degli Stati Uniti ad Expo, si sposterà a Napoli, presso le Scuole Professionali della Città del Gusto, dove terrà un’interessante lezione di cucina internazionale per gli allievi del corso Professione Cuoco. Un incontro che servirà a rinsaldare lo storico legame tra Napoli e l’America, nonché a creare un ponte virtuale tra la cucina italiana e quella messicana, dato che Mary Sue Milliken, oltre ad essere una delle pioniere e dei volti più noti della ristorazione a stelle e strisce, è anche riconosciuta come porta bandiera della cucina messicana moderna. A seguire la chef prenderà parte al meeting B2B organizzato – nell’ambito del programma “Expo”, per favorire gli scambi commerciali – da Città del Gusto Napoli insieme ai migliori produttori del vino, dei formaggi, dell’olio e dei pomodori scelti dal Gambero Rosso.

Mary Sue Milliken vanta avventure nelle cucine di prestigiosi ristoranti in Europa ed America ed è ora chef e proprietaria di alcuni famosi locali oltreoceano, come il Border Grill Restaurants & Truck di Santa Monica e Las Vegas. Ha ricevuto premi alla carriera da importanti associazioni di settore. È co-autrice di cinque libri di cucina, co-protagonista di circa 400 episodi del programma culinario Too Hot Tamales e finalista di Bravo’s Top Chef Masters. Ha condotto per 10 anni, a Los Angeles, un programma radiofonico incentrato sulle culture alimentari. Culture e politiche alimentari di cui è particolarmente appassionata, come testimoniato dalla sua adesione a diversi enti ed organizzazioni che si occupano di sostenibilità alimentare, nonché dalla sue frequenti attività di beneficienza e fundraising, tese a porre fine alla malnutrizione infantile.

“Questa iniziativa – afferma Serena Maggiulli, direttore del polo partenopeo del Gambero Rosso –  evidenzia ancora una volta l’importante ruolo di divulgazione culturale svolto da Città del Gusto Napoli, che mira, specie attraverso attività di questo tipo rivolte al B2B, a far conoscere le eccellenze del made in Italy, ed in particolare della Campania, all’estero. Abbiamo iniziato l’anno portando qui il Consorzio dei Formaggi Svizzeri e facendo incontrare i migliori prodotti elvetici con i grandi vini campani; ora, grazie alla collaborazione del Consolato Generale USA per il Sud Italia, ospitiamo una famosa chef americana; per luglio abbiamo in serbo un’altra grande sorpresa, un evento speciale che verrà realizzato per la prima volta in Italia”.

Sarà dunque per gli allievi napoletani di Professione Cuoco – il riconosciuto corso del Gambero Rosso per diventare chef – un’opportunità unica per essere partecipi di uno scambio tra culture alimentari differenti e un’occasione per apprendere importanti nozioni “dentro e fuori dai fornelli”. Per le Scuole Professionali di Città del Gusto Napoli, scelte come fondamentale riferimento territoriale, l’iniziativa rappresenta un’ulteriore attestato di stima da parte delle istituzioni nazionali ed internazionali.

LASCIA UN COMMENTO