I Conferenza Cittadina di Servizi sulla Salute Mentale Prospettive e strategie per la programmazione cittadina. Giovedì 18 all'Ospedale Leonardo Bianchi.

0
71

SALUTEENTALE prog B2L’Amministrazione Comunale nell’avvertire la necessità di recuperare tempo e strada sul tema della salute mentale, dando voce alle numerose istanze della Città, intende essere promotore di percorsi ed occasioni di confronto sugli indirizzi delle politiche integrate, che sono alla base della programmazione sociale e socio-sanitaria.

Ci si è interrogati sulle metodologie e sulle pratiche in uso a livello cittadino ed è a partire da questi interrogativi si avverte il bisogno di definire, in un quadro di priorità, nuove strategie per una programmazione dei servizi e degli interventi più partecipata ed integrata tra Enti.

La I Conferenza Cittadina di Servizi sulla Salute Mentale promossa dal Comune di Napoli, Assessorato al Welfare, nasce dunque dall’esigenza di fare il punto sullo stato dei servizi, degli interventi, delle difficoltà e delle criticità del sistema di cura e di presa in carico delle persone con problematiche di salute mentale.

La Conferenza, in programma per il prossimo 18 giugno presso “Ospedale Leonardo Bianchi”, rappresenta un momento di partenza per ascoltare e connettere attivamente idee, esperienze, prassi e responsabilità.

Alla Conferenza il Sindaco intende invitare a partecipare i principali attori impegnati sul tema, quali: l’A.S.L. Napoli 1 Centro; il Tribunale Ordinario e dei Minori; l’INPS; la Polizia Municipale; le Forze dell’Ordine; l’Ufficio Scolastico Regionale; i servizi per l’Edilizia Residenziale; i servizi per l’Impiego; Italia Lavoro ed altri referenti istituzionali da individuare.

Il programma completo

Costruiamo insieme una giornata di confronto e di partenza

Per favorire un più ampio approccio dal basso, per un vero percorso di condivisione ed approfondimento, la Conferenza sarà aperta dagli interventi dei soggetti interessati a partecipare e che si prenoteranno secondo le modalità di seguito indicate. A partire da tali interventi, i referenti istituzionali faranno il punto sullo stato di attuazione e si confronteranno per avviare una programmazione strategica futura.

L’apertura della Call parte da poche chiare domande di fondo:

  1. Quali sono le parole chiave dalle quali far ripartire la riflessione e il dibattito comunitario sulla salute mentale nel sistema di welfare locale?
  2. Quali sono le scelte prioritarie da cui ripartire a livello cittadino per dare nuova forza, maggiore coerenza e sostenibilità al sistema di interventi?
  3. Come ritrovare e promuovere a livello personale e comunitario la partecipazione e la cura?
  4. Come promuovere il principio di sussidiarietà come corresponsabilità e integrazione?

Pianificazione della giornata

Si intende strutturare la giornata della Conferenza come occasione per un lavoro di ascolto e di partecipazione attiva, attraverso le indicazioni che emergeranno dagli stakehoders e che dovranno costituire gli orientamenti per una programmazione istituzionale dei livelli di assistenza e degli interventi sinergici. Gli atti della Conferenza saranno successivamente raccolti in un report per la diffusione a più ampio raggio. Gli stakehoders (operatori del privato sociale, associazioni, portatori di saperi e di esperienze, utenti e familiari) sono invitati a proporre i temi prioritari di confronto e a prenotarsi per prendere la parola durante la Conferenza.

 

LASCIA UN COMMENTO