Ladri al passo con i tempi, Whatsapp per fare il cavallo di ritorno.

0
60

WhatsApp, chiamate vocali abilitate su AndroidEstorsione hi-tech con un “cavallo di ritorno” messo in atto utilizzando Whatsapp. Succede a Pozzuoli dove i Carabinieri hanno arrestato Giovanni Servonio, 24 anni, accusandolo di aver chiesto duemila euro a un giovane per la restituzione della sua auto, rubata venerdì scorso a Quarto.

Singolare la modalità con la quale Servonio ha interloquito con vittima dell’estorsione: una serie di messaggi su Whatsapp che – per i Carabinieri – erano propeduetici alla richiesta estorsiva vera e propria. (ANSA)

LASCIA UN COMMENTO