Marche da bollo false, Carabinieri arrestano 11 persone.

0
47

GDF SCOPRE TRUFFA DA 300 MILA EURO MARCHE BOLLO CONTRAFFATTEAvrebbero venduto marche da bollo false all’ interno di tribunali e in altri uffici giudiziari di Roma, truffando molti studi legali dei fori della Capitale e di Napoli, con un danno all’ erario ipotizzato in molti milioni di euro: i Carabinieri stanno eseguendo provvedimenti cautelari, emessi dal Tribunale di Roma, nei confronti di 11 persone.

L’ operazione dei Carabinieri del Comando antifalsificazione monetaria è in corso tra Roma e le province di Napoli, Caserta e Avellino. (ANSA)

E’ di 11 arresti il bilancio dell’operazione “Cicero“: i Carabinieri hanno smascherato una truffa milionaria ai danni dello Stato per la vendita di marche da bollo contraffatte all’interno dei tribunali e degli uffici giudiziari di Roma.
L’operazione dei militari si è svolta nelle prime ore della mattinata tra Roma, Caserta, Napoli e Avellino. Gli arresti sono ritenuti responsabili di aver costituito un’associazione a delinquere finalizzata alla falsificazione, introduzione nello Stato, detenzione e messa in circolazione di valori bollati falsi, truffa ai danni dello Stato e ricettazione.
Le indagini hanno permesso di ricostruire i canali di diffusione delle marche contraffatte e i legami tra i vari componenti dell’organizzazione, dai tabaccai che fornivano i dati telematici delle marche, ai falsari che procedevano alla clonazione, agli addetti alla distribuzione.
Un’operazione, quella odierna, che segue quella dello scorso novembre a Napoli dove venne arrestato un falsario e interdetti dalla professione nove avvocati.

L’operazione “Cicero” ha messo in luce come anche ignari acquirenti hanno comprato marche contraffatte attraverso un complice addetto alle fotocopie nella sala avvocati di piazzale Clodio e nella rivendita interna del Tribunale Civile di via Giulio Cesare.

Attraverso altri distributori, le marche contraffatte sono state scoperte anche nel pubblico registro automobilistico e nella motorizzazione di Roma. Sono state identificate tre agenzie di pratiche automobilistiche e tre tabaccherie che commerciavano valori contraffatti nella Capitale.

LASCIA UN COMMENTO