Pompei, tentativo di intrusione notturna negli Scavi. Osanna: allo studio nuovo impianto di videosorveglianza.

0
36

2761f6c482509a8c01136743e1bf3567Intrusi nella notte negli Scavi di Pompei, intervengono i custodi e li bloccano consegnandoli alla polizia.

E’ accaduto alle 3, nell’area archeologica, attraverso Via delle Tombe.

Si trattava di tre turisti francesi, due dei quali erano rimasti all’esterno del sito e un terzo, un ventenne, aveva tentato di intrufolarsi tra le strade della città antica, ma è stato bloccato per tempo.

Nessun danno è stato procurato ad alcuna struttura.

Questo il comunicato della Soprintendenza Speciale per  Pompei, Ercolano e Stabia

La scorsa notte degli intrusi si sono addentrati nell’area archeologica di Pompei attraverso Via delle Tombe. Grazie al pronto intervento del personale in servizio e la funzionale operatività del sistema di videosorveglianza è stato possibile bloccare gli stessi. Sul luogo sono prontamente intervenute le forze dell’ordine.

Da sopralluoghi effettuati dai funzionari della Soprintendenza è stato appurato che nessun danno è stato procurato ad alcuna struttura inclusa la Villa dei Misteri che è regolarmente aperta alla fruizione del pubblico.

Sulla questione interviene il Soprintendente Massimo Osanna: “Si tratta di un’area archeologica molto esposta, il nostro alacre lavoro è rivolto non solo alla conservazione e valorizzazione ma soprattutto alla tutela del bene per una sempre più efficace sinergia tra il supporto elettronico e il personale della Soprintendenza. E’ in corso un complesso progetto di videosorveglianza che aumenterà gli strumenti di controllo che prevede anche una nuova illuminazione e una nuova recinzione ”.

Nessun danno è stato arrecato al monumento.

LASCIA UN COMMENTO