Razionalizzazione delle spese per la Pubblica Amministrazione e opportunità per le PMI: sportello informativo a cura di Anea e Confartigianato Napoli.

0
200

e-procurementDa settembre le imprese e le pubbliche amministrazioni di Napoli e provincia avranno a disposizione, presso la sede di Confartigianato Napoli, uno sportello informativo per accedere al Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA) per gli acquisti in rete.

Il nuovo sportello, a cura di Anea e Confartigianato Napoli, svolgerà un ruolo di formazione e assistenza per l’utilizzo del Mercato Elettronico supportando le imprese nelle fasi operative (abilitazione e creazione dei cataloghi elettronici) e costituirà un polo strategico di divulgazione sul territorio delle iniziative inerenti al Programma di Razionalizzazione degli Acquisti.

L’iniziativa è stata annunciata giovedì  in occasione del seminario tenutosi alla Camera di Commercio di Napoli, organizzato dall’Agenzia Napoletana Energia e Ambiente (Anea) e Confartigianato di Napoli e Provincia, per illustrare le modalità di partecipazione al recente bando del Ministero dello Sviluppo Economico, pubblicato dal POI Energia, per l’efficientamento energetico (15 milioni a fondo perduto) e riservato ai Comuni delle quattro Regioni Convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) attraverso il Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione.

Troppe difficoltà e poche informazioni per l’accesso al sistema MePA, lamentano gli oltre 200 tra professionisti, imprenditori e rappresentanti dei Comuni campani intervenuti ieri al seminario. Molte opportunità non utilizzate, rispondono da Consip e InviItalia, sottolineando il ritardo delle imprese campane nonostante gli strumenti messi a disposizione in oltre un decennio.

Lo sportello nasce in occasione del bando CSE ma sarà di supporto alle imprese di tutti i settori – commenta Enrico Inferrera presidente di Confartigianato Napoli – “È giusto ricordare – aggiunge – che ben il 30% delle piccole imprese con meno di 10 dipendenti non sono state in grado di partecipare al sistema del MePA e usufruire delle opportunità economiche. La chiusura di queste imprese rappresenta un problema per imprenditori, lavoratori e le loro famiglie con conseguenze sociali difficili da gestire”.

Difficoltà anche per le pubbliche amministrazioni, strette tra le necessità di budget e l’inadeguata preparazione dei tecnici nella gestione delle risorse e delle diagnosi energetiche richieste dal bando POI Energia, come sottolinea Michele Macaluso, direttore di Anea: “I Comuni devono gestire le risorse finanziarie nell’ottica del risparmio e dell’efficientamento energetico: investire nell’efficienza energetica assicura il rispetto per l’ambiente ma anche un risparmio in bolletta con benefici per l’intera collettività. Le opportunità sono numerose: attraverso il nuovo sportello Anea continuerà a sostenere e guidare le pubbliche amministrazioni perché queste possibilità non siano sprecate”.

Nota sul Bando CSE per l’efficienza energetica e il MePA

Il bando “Comuni per la sostenibilità e l’efficienza energetica C.S.E” riservato ai Comuni delle Regioni Convergenza prevede l’obbligo da parte delle pubbliche amministrazioni di acquistare beni e servizi esclusivamente da imprese abilitate e iscritte al Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), il sistema nato nel 2004 per garantire trasparenza nelle gare di aggiudicazione e facilitare l’incontro tra la domanda delle pubbliche amministrazioni e l’offerta delle aziende con costi vantaggiosi, al di sotto della soglia comunitaria. Una opportunità per migliaia di imprese che dovranno a iscriversi (a titolo gratuito) al MePA, presentando domanda e dimostrando i requisiti richiesti, tra cui la diagnosi energetica, attraverso determinate procedure. Un iter complicato, secondo gli imprenditori. Preoccupanti infatti i dati: per il bando CSE, ancora nessuna aggiudicazione nelle Regioni Convergenza che contano solo 100 imprese iscritte e abilitate al MePA nel settore dell’efficienza energetica di cui appena 22 in Campania e solo 10 con sede a Napoli e provincia. Dati poco incoraggianti anche nel resto di Italia: nel settore delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica, le imprese italiane iscritte al MePA sono ad oggi soltanto 365.

Advertisements
Pclove.it vendita on line di notebook, computer, pc all in one, laptop, pc nuovi on box ed usati grade A

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here