Regione, è caos istituzionale, salta il primo Consiglio per permettere ricorso a De Luca, opposizioni in rivolta.

0
45

RIMBORSI A CONSIGLIERI CAMPANIA, 53 INDAGATI A NAPOLIPer consentire gli opportuni approfondimenti sugli effetti del dpcm del 26 u.s. la seduta consiliare già convocata per lunedì 29 giugno 2015 est sconvocata. Seguirà nuova convocazione nei termini previsti dall’articolo 34 dello statuto e dall’ articolo 4 del regolamento interno. Napoli 28 giugno 2015 f.to il consigliere anziano Rosa D’Amelio.

Con questo telegramma inviato ai 50 Consiglieri Regionali è saltata la prima convocazione del Consiglio Regionale della Campania, in quanto il neo governatore Vincenzo De Luca risulta sospeso in base alla Legge Severino.

Nella giornata di oggi verrà notificato al Tribunale di Napoli il ricorso dei legali di De Luca contro il provvedimento del Governo.

Intanto sono sul piede di guerra le opposizioni, Mara Carfagna di Forza Italia dichiara “la regione Campania è ufficialmente nel pantano, complimenti a Matteo Renzi, segretario del Pd, che ha compiuto un vero e proprio capolavoro avallando la candidatura di Vincenzo De Luca e condannando la più importante regione del Sud Italia ad un drammatico vuoto istituzionale.”

Sulla stessa onda il Movimento 5 Stelle, che per bocca della candidata a Santa Lucia Valeria Ciarambino afferma “è l’ennesima prova, inconfutabile, di come un signorotto che vuole per forza mettere le mani sulla Regione, favorito dalla totale mancanza di responsabilità del presidente del Consiglio, cerca giorno dopo giorno di farsi beffa della legge e della speranza dei cittadini campani. De Luca e la sua maggioranza non possono continuare ad aggiungere illegalità a illegalità.”

 

LASCIA UN COMMENTO