Quarto, Stadio Comunale, il Sindaco Capuozzo chiiede aiuto alle istituzioni.

0
41

421826_311424558980902_1041526363_n«A nome della giunta e dell’intera Amministrazione comunale faccio appello alle autorità regionali e nazionali affinché ci aiutino e ci sostengano in questo percorso che abbiamo intrapreso per la piena riappropriazione, da parte dei cittadini e delle cittadine di Quarto, di un bene comune qual è lo stadio. Servono importanti lavori di manutenzione per i quali auspichiamo anche l’intervento degli organi sovracomunali».

Il sindaco di Quarto, Rosa Capuozzo, interviene sulle condizioni e lo stato di manutenzione dell’impianto sportivo comunale «Castrese Giarrusso» di via Dante Alighieri e ribadisce il progetto di sviluppo sociale dello stadio che – nelle intenzioni dell’Amministrazione – deve diventare «uno spazio per la cittadinanza che possa essere utilizzato come bene comune, che abbia un fine sociale garantito dal Comune stesso e che riconosca la partecipazione di tutti».

«Lo sport deve avere una posizione sociale di aggregazione e di promozione della legalità sul territorio e un’attività principe, soprattutto nella formazione dei giovani, sia sotto l’aspetto fisico che sotto l’aspetto cognitivo – aggiunge il sindaco Capuozzo – Sono convinta che lo sport sia una palestra di  vita e rappresenti un’ opportunità per trasmettere valori importanti. Proprio per questo la cura dell’ impiantistica sportiva  serve a promuovere il valore dell’aggregazione e ad incentivare il benessere psico-fisico e sociale, ma è necessaria la compartecipazione degli organi sovracomunali».

Il primo cittadino di Quarto, poi,  chiarisce la propria posizione in merito alla vicenda della Nuova Quarto Calcio per la Legalità.

«La squadra della Nuova Quarto Calcio per la Legalità sarà sempre un progetto sostenuto dal Comune di Quarto, dal sindaco e dall’intera giunta comunale. Auspichiamo che la dirigenza regolarizzi l’iscrizione al campionato in modo da poter usufruire del campo comunale “Castrese Giarrusso”, unitamente a tutti gli altri soggetti autorizzati».

 

LASCIA UN COMMENTO