Trasporti, lettera aperta del M5S Quarto a De Luca.

0
78

incendio-cumama-2dal Movimento 5 Stelle Quarto riceviamo e pubblichiamo

Trasporti: è una delle nostre 5 Stelle ed è arrivato il momento di iniziare a porre delle domande all’Ente che dovrebbe garantire il servizio di collegamento su ferro alla città di Napoli, strutturalmente fondamentale e di gran prospettiva per lo sviluppo flegreo.

Ora più che mai, dopo il cambio al vertice del governo della nostra Regione, i cittadini Quartesi vogliono e devono essere informati sulla politica che il Governatore De Luca intende seguire per un argomento troppo importante per rimanere senza risposte.

I cinque anni precedenti sono stati contraddistinti dal più ostinato immobilismo: la giunta Caldoro si è degnata di trattare la questione solo a febbraio di quest’anno, “casualmente” proprio all’inizio della campagna elettorale. Casualmente si sono messi sul banco tanti milioni di euro, provenienti da stanziamenti regionali e finanziamenti europei di cui avevamo avuto notizia nelle dichiarazioni trionfali dell’Assessore ai Trasporti Sergio Vetrella. Si era preventivato un “revamping” dei mezzi dell’EAV che contribuiscono a collegare al centro tutti i Comuni del Nord – Ovest. Si badi bene: un revamping, non un restyling, che in gergo ferroviario si distingue dal secondo per consistere in interventi non solo in quelle parti dei treni come le sedierie, finestrini o altri parti esterne, ma la revisione approfondita di tutte quelle parti meccaniche, come impianti di riscaldamento o condizionamento, l’adeguamento alle normative vigenti delle porte d’accesso, la revisione del telaio, la sostituzione dei carrelli e di ogni elemento meccanico, elettrico, funzionale connesso al regolare servizio di trasporto.

Rilette oggi, giorno successivo di quella che poteva essere l’ennesima tragedia annunciata dall’incuria e dall’inerzia della politica italiana, le parole dell’ex assessore fanno ancora più rabbia per l’attenzione che viene data alla SICUREZZA dei treni e dei suoi utenti.

Fortuna ha voluto che fosse il 25 agosto, che il treno fosse fermo nella stazione che offriva maggiori possibilità logistiche di manovra, che il macchinista Lorenzo Sorrentino, il capotreno Vincenzo Rusconi, e il capodeposito Ferdinando Granato siano intervenuti tempestivamente per far evacuare i passeggeri dal treno e portare lo stesso lontano dalle banchine della stazione Campi Flegrei di Fuorigrotta.

Governatore De Luca, a nome della città di Quarto ed ovviamente a nome di tutti i Comuni che chiedono a gran voce che il trasporto su ferro diventi finalmente una certezza e fonte di sviluppo per tutta l’Area Flegrea, Le chiedo di conoscere il piano di sviluppo per l’EAV e il trasporto su gomma per l’intera zona.
Sicuro in una Sua tempestiva risposta e certo che raccoglierà questa ennesima sfida alle emergenze impellenti della nostra Regione Campania, Le porgo distinti saluti.

Andrea Perotti

LASCIA UN COMMENTO