Uccide moglie e figlio e poi si suicida. La moglie era la sorella dell'Assessore alla Cultura Daniele.

0
28

Tre morti in casa Napoli, forse omicidio-suicidioTre persone sono state trovate morte in un appartamento a Napoli, in via ammiraglio Aubry. Lo si apprende dai Carabinieri. I corpi sono quelli di un uomo, della moglie e del figlio, che dovrebbe avere intorno ai 17 anni. Secondo la prima ricostruzione, l’uomo potrebbe aver prima ucciso i congiunti e poi essersi suicidato. La scoperta dei corpi è stata fatta su segnalazione dei parenti, preoccupati per la mancanza di notizie a da parte dei familiari.

La famiglia trovata morta in serata in un appartamento di via ammiraglio Aubry, a Napoli, era composta da Cesare Cuozzo, 53 anni, ex bidello; dalla moglie, Anna Daniele, di 51 anni, e dal loro figlio, Nicola, di 18 anni. I familiari, che non avevano loro notizie da alcuni giorni – si è saputo dai Carabinieri che sono intervenuti sul posto – hanno chiesto l’intervento di un fabbro al quale hanno fatto aprire la porta dell’appartamento dove hanno trovato i tre cadaveri. Nella casa – si è saputo – si vedono dei farmaci e una pistola, che – secondo la ricostruzione fatta sulla base dei primi elementi – potrebbe essere l’arma con la quale l’uomo ha ucciso la moglie e il figlio e si è poi tolta la vita. Stando agli elementi raccolti finora dagli investigatori, l’uomo non risulta possessore di armi. Sul posto stanno operando i Carabinieri della Sezione investigazioni scientifiche, del Nucleo investigativo di Napoli e della Compagnia di Poggioreale.

Era in cura e già aveva tentato il suicidio un anno e mezzo fa, ingerendo dei farmaci, Cesare Cuozzo, 53 anni, l’uomo che ha ucciso a colpi di revolver la moglie, Anna Daniele (sorella dell’assessore alla cultura del Comune di Napoli, Nino) e il figlio di 17 anni. Poi, sedutosi sul letto, Cuozzo, bidello in pensione, si è rivolto l’arma al petto e si è tolto la vita. E’ questa la ricostruzione verso la quale convergono in maniera unica tutti gli elementi raccolti dai Carabinieri.

Anna Daniele, la donna trovata morta in serata in un appartamento di via ammiraglio Aubry, a Napoli, è la sorella dell’assessore alla cultura del Comune di Napoli, Nino Daniele. Lo si apprende da fonti dell’amministrazione comunale di Napoli.

LASCIA UN COMMENTO