Il Parco della Vittoria è un complesso costruito in onore del popolo uzbeko, un popolo nobile e misericordioso.

0
375
Villaggio Turistico Golden Beach a Paestum in Cilento, bandiera blu, prenota la tua vacanza al mare

La seconda guerra mondiale, evento tragico e drammatico nella storia dell’umanità, portò delle perdite senza precedenti – la morte prematura di milioni di persone innocenti.

Anche il popolo uzbeko serba memorie molto dolorose di questi giorni bui. Gli uzbeki dimostrarono atti di eroismo e dedizione, contribuendo enormemente alla vittoria contro il fascismo.

Oggi in Uzbekistan vivono  circa 400 veterani della guerra, dei quali 40 sono rispettosi anziani ultracentenari.

Circa 2 milioni di cittadini uzbeki parteciparono nelle battaglie della Seconda Guerra Mondiale, dei quali più di 500000 morirono da eroi.

L’Uzbekistan ospitò più di 1 milione e mezzo di anziani, donne e bambini piccoli, sfollati dai luoghi distrutti dalla guerra. Queste persone ricevettero cure e una straordinaria accoglienza in tempi molto difficili per gli uzbeki.

Questo coraggio e determinazione, nobiltà, bontà d’animo e spiritualità del nostro popolo, scritti con lettere indelebili nelle pagine della storia mondiale, ci trasmettono orgoglio e ci aiutano a crescere i nostri figli nello spirito di patriottismo e fedeltà al coraggio dei nostri antenati.

Considerando questi fatti importanti, su iniziativa del capo di stato e secondo il suo decreto del 23 Ottobre 2019 “Sulle celebrazioni del 75esimo anniversario della Vittoria nella Seconda Guerra Mondiale” è stato creato a Tashkent il complesso commemorativo “Il Parco della Vittoria” ed il Museo Statale della Gloria, situati nel quartiere Almazar della capitale uzbeka.

Il complesso commemorativo “Il Parco della Vittoria” è stato inaugurato il 9 Maggio, fatto molto importante per milioni di persone. Alla cerimonia di apertura ha partecipato il Presidente dell’Uzbekistan Shavkat Mirziyoyev.

Il complesso, che riflette sulla storia gloriosa e sull’eroismo del popolo uzbeko durante la Seconda Guerra Mondiale, incarna i sogni e le aspirazioni delle persone di tante generazioni.

Le esposizioni del Complesso Commemorativo Parco della Vittoria e del Museo Statale della Gloria, costruite sulle idee e iniziative del Presidente dell’Uzbekistan, sulla base di tecnologie innovative, hanno immortalato il coraggio del popolo uzbeko durante la Seconda Guerra Mondiale, dimostrano lo stoicismo e la perseveranza del popolo uzbeko e servono ad educare le giovani generazioni nello spirito di devozione alla Patria.

La superficie totale del Parco della Vittoria è di 14,6 ettari. Il complesso è diviso in 12 zone simboliche: l’ingresso, gli “orrori della guerra”, il vicolo centrale, l’equipaggiamento militare, la stazione, il fronte, l’anfiteatro e l’edificio amministrativo, la zona commemorativa, la zona della gioia, la Zona della Vittoria, il Museo della Gloria e Piazza della Gratitudine.

Il complesso fa rivivere la guerra e le sue conseguenze, mostra i paesaggi di guerra, comprese trincee e rifugi, tende, cucine da campo e altri dipinti, il coraggio del popolo uzbeko, tristezza e ansia, nonché quell’enorme contributo a raggiungere la grande vittoria.

Le sculture di Zulfiya Zokirova di Zanghiota e le mogli fedeli dei suoi cinque figli morti in guerra sono diventate un simbolo della devozione di tutte le donne uzbeke nel complesso dell’Inno alla Resistenza.

Il complesso “Lacrima” simboleggia l’unità di tutte le persone, indipendentemente dalla nazionalità e dalla religione.

Nella parte superiore del Museo statale della gloria, ci sono degli alberi piantati in onore di 301 eroi uzbeki della seconda guerra mondiale, il complesso “Eroe eterno” è diventato un simbolo della memoria indelebile del leggendario generale uzbeko Sabir Rakhimov e di tutti i coraggiosi soldati uzbeki. Questo complesso risveglia nei nostri compatrioti l’orgoglio per i comandanti e guerrieri stoici e coraggiosi,  per seguire i loro esempi, ricordando che sono rappresentanti di una grande nazione.

Sul territorio del complesso commemorativo del Parco della Vittoria è operativo anche il centro di ricerca. Le attività sono volte a ripristinare i ricordi dei nostri connazionali che combatterono e morirono nella Seconda Guerra Mondiale.

“Oggi il team del centro di ricerca ha raccolto i dati di quasi un milione e 951 mila coraggiosi uzbeki che combatterono nella seconda guerra mondiale”, ha detto il vice capo del complesso, il direttore del Museo statale della gloria Mukhtorjon Shokirov. – Diversi ministeri del paese, l’Accademia delle scienze, professori e ricercatori hanno partecipato alla ricerca in questo settore. È stato inoltre organizzato il progetto “Alla ricerca di un nonno”. Da 75 anni ripetiamo le stesse informazioni sulla lotta al fascismo. A seguito di una nuova ricerca condotta su iniziativa del Capo del nostro stato, si stanno chiarendo i dati sugli uzbeki che parteciparono nella guerra. Ma non è ancora finita. Nei primi anni della guerra migliaia di giovani furono portati dalla repubblica al fronte, con veicoli senza documenti. E oggi scoperchiamo anche questi casi.

Al fine di cercare informazioni sui nostri connazionali deceduti sul fronte, sono stati stabiliti stretti contatti con paesi, come la Russia, la Bielorussia, la Polonia, l’Austria, Israele, Giappone e altri. Ci forniscono nuove informazioni sui soldati uzbeki. Oggi, la ricerca scientifica viene condotta sul percorso militare di 301 eroi dell’Unione Sovietica e più di 70 compatrioti, titolari a pieno titolo dell’Ordine della Gloria. A nostra volta, raccogliamo anche informazioni sulle persone evacuate in Uzbekistan e le presentiamo ai nostri partner. Ad esempio, a seguito di tale studio, è stato identificato il numero di ebrei, di circa 50 mila, portati nel nostro Paese durante la Seconda Guerra Mondiale.

Ogni cittadino del nostro paese è lieto di vedere le mostre del Museo statale della gloria.

Questo complesso simboleggia oggi per noi l’inestimabile valore di pace, tradotto in un cielo limpido, in una vita prospera e in un sacro dovere di proteggerli a tutti i costi.

L’attenzione data ai veterani di guerra nel nostro paese, il significato storico del complesso commemorativo del Parco della Vittoria, che personifica il contributo del popolo dell’Uzbekistan alla Grande Vittoria, viene attivamente incoraggiata dagli storici stranieri e dal pubblico in generale.

Alexander Vorobyov, ricercatore presso l’Istituto di studi orientali dell’Accademia delle scienze russa, ha sottolineato il significato storico del complesso:

– L’apertura del Parco della Vittoria in Uzbekistan è un evento importante nella storia del Paese. Nella Seconda Guerra Mondiale, anche l’Uzbekistan ha subito pesanti perdite. Dobbiamo sempre ricordarlo. La creazione del “Parco della Vittoria” a Tashkent è un degno riconoscimento della storia dell’Uzbekistan durante gli anni della guerra, un nobile desiderio di perpetuare l’eroismo del popolo.

“L’apertura del glorioso Parco della Vittoria e del Museo della Gloria a Tashkent su iniziativa del presidente dell’Uzbekistan Shavkat Mirziyoyev è davvero notevole”, ha detto Marat Kazakbayev, membro del Consiglio per le relazioni estere e la sicurezza del Kirghizistan. – Naturalmente, il contributo del fraterno popolo uzbeko alla grande vittoria nella Seconda Guerra Mondiale è enorme ed importante per la storia del mondo. 301 uzbeki hanno ricevuto il titolo di eroe e più di 70 militari hanno ricevuto tutti e tre i gradi dell’Ordine della gloria. Questi dati sono una grande prova dell’enorme contributo del popolo uzbeko alla grande vittoria. L’iniziativa del Capo di stato è una manifestazione della politica coerente della leadership dell’Uzbekistan in relazione alla storia, al futuro e ai valori universali.

“La creazione di un simile museo è importante non solo per l’Uzbekistan, ma anche per la comunità straniera”, ha detto Vittorio Giorgi, Console onorario dell’Uzbekistan in Campania e Molise (Italia). “In questo modo il mondo imparerà di più sul contributo del popolo uzbeko alla vittoria sul fascismo. Pertanto, vorrei chiamare il parco un complesso costruito in onore di tali nobili qualità del popolo uzbeko, come gentilezza e misericordia.

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here