Funzionario di Polizia ferito durante gli scontri con i centri sociali, il Coisp: ci costituiremo parte civile.

0
266
Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

L’occasione della visita del Ministro Salvini a Napoli è stata il pretesto per vedere impegnata la compagine anti-Salvini, tant’è che la cosa ha portato a scontri tra facinorosi e forze dell’ordine. Purtroppo per l’ennesima volta si è assistito ad una guerriglia da parte dei manifestanti che non hanno esitato a lanciare transenne stradali sui poliziotti .

Giuseppe Raimondi, Segretario Generale Provinciale di Napoli del sindacato di polizia Coisp, ha così commentato : ” Non è la prima volta che accade una cosa del genere, anzi fa notizia quando tutto scorre liscio. Purtroppo anche oggi a pagarne le spese è stato un nostro stimato funzionario di polizia  ferito durante gli scontri tra poliziotti ‘violenti’ e manifestanti ‘pacifici’. I Poliziotti, i Carabinieri o chiunque indossi una divisa, restano obiettivi della furia cieca di questi pseudo manifestanti, anzi di delinquenti della peggiore specie che non hanno esitato a lanciare transenne stradali in testa ai poliziotti. Leggi ancora più severe, certezza della pena – continua il sindacalista di polizia – sono le uniche soluzioni.  ‘Fascisti di merda’, ‘bastardi’, ‘pezzi di merda’, ‘maledetto celerino’ … queste sono le frasi proferite nei confronti dei poliziotti che avevano il compito di tutelare la sicurezza pubblica e garantire lo svolgimento pacifico della manifestazione . Sicuramente saranno individuati e denunciati all’autorità giudiziaria gli autori di questa assurda violenza verbale e materiale e , quando questo accadrà, ci costituiremo parte civile al processo .

LASCIA UN COMMENTO