GdF sequestra 3.000 litri di gasolio di contrabbando nel ccasertano.

0
177

Una pattuglia della Tenenza di Piedimonte Matese impegnata su strada per il controllo dei mezzi viaggianti, su attivazione della Sala Operativa del Comando Provinciale Caserta ha eseguito un accesso presso il piazzale di carico di un’azienda di trasporto merci ubicata in un comune dell’Alto Casertano, dove veniva individuato un rimorchio telonato all’interno del quale erano presenti n. 3 cisterne in politilene da mille litri ciascuna contenenti gasolio a tassazione agevolata in quanto destinato ad uso agricolo senza alcuna documentazione attestante la legittima provenienza e la destinazione finale del prodotto, evidentemente destinato all’illegale utilizzo per autotrazione.

Pertanto i finanzieri procedevano alla denuncia a piede libero alla competente Autorità Giudiziaria dell’amministratore della società (L.F. cl. 1971) per il reato di “sottrazione al pagamento dell’accisa sui prodotti energetici” ed al sequestro, per un valore di oltre 30.000 euro, dei 3.000 litri di gasolio rinvenuti e del rimorchio utilizzato per il trasporto.
Sono in corso gli approfondimenti di rito per individuare il canale di approvvigionamento del gasolio illecitamente detenuto.

L’attività svolta conferma la prassi illecita, diffusa soprattutto nelle aree a maggiore vocazione agricola, di appropriarsi indebitamente di gasolio ad accisa agevolata per destinarlo a usi non consentiti, così da evadere le connesse imposte (Accise ed IVA).

LASCIA UN COMMENTO