Modo Minore, Enzo Moscato alla Sala Assoli da giovedì 18 per la Casa del Contemporaneo.

0
224

Dopo l’intenso ed emozionante debutto, riprendono nella rinnovata Sala Assoli le repliche di “Modo Minore” interpretato e diretto da Enzo Moscato. Lo spettacolo musicale, che ha inaugurato la stagione teatrale 2018-2019 di Casa del Contemporaneo, sarà in scena da domani, giovedì 18 ottobre (ore 20,30) fino a domenica 21 (ore 18,00). Il progetto e la direzione musicale sono di Pasquale Scialò che ha scelto con Moscato brani dell’ultimo Carosone (Giacca rossa ‘e russetto); di Sergio Bruni (‘O jukebox ‘e Carmela); di Ugo Calise ed Enzo Di Domenico;  di Antonio Basurto e Teddy Reno, Mario Trevi, Mimmo Rocco, Bruno Martino, Giorgio Gaber, Luigi Tenco, Pino Donaggio, Sonny and Cher, dell’Equipe ’84, Dalida e Gloria Christian. Così lo spettacolo diventa un viaggio nella memoria collettiva di una città, Napoli e di un Paese, l’Italia che attraversano gli anni ’50. ’60 e ’70.

Il titolo deriva dalla definizione canonica, associata a componimenti musicali (cosiddetti di ‘modo minore’) poco noti o caduti nell’oblìo e ripescati da un repertorio che oscilla tra i 60 e i 40 anni fa, con l’aggiunta di canzoni originali composte da Scialò.

E’ una sorta di “viaggio mnemonico – annota Moscato sfilata, o defilé, di artisti, autori e ‘glamorous’ canzoni d’epoca che, in modo minore, vale a dire in umiltà attraversano il complesso e al contempo leggerissimo e giocoso impero canoro napoletano (ed internazionale) relativo agli ultimi decenni del ‘900 .

Mentre Pasquale Scialò, riprendendo la metafora del “viaggio”, precisa nelle sue note che lo spettacolo si “delinea come un bricolage sonoro da cui affiorano piccole perle dimenticate, in bilico tra surreale creatività e luoghi comuni.” In scena quattro musicisti: Paolo Cimmino, Antonio Colica, Antonio Pepe, Claudio Romano.

Si preannuncia una stagione densa di sviluppi per l’attore e drammaturgo dei Quartieri Spagnoli: dal 15 al 25 novembre riporterà in scena nella Sala Assoli “Grand’estate” e, dopo la tournée in Brasile della scorsa stagione, Enzo Moscato replicherà, nel prossimo febbraio, il suo Compleanno anche a Parigi e Bruxelles. Mentre il Teatro Nazionale della Toscana (Teatro ERA di Pontedera), alla fine di ottobre, programmerà alcuni spettacoli del suo repertorio, in forma di dedica al suo lavoro poetico e drammaturgico.

 

Casa del Contemporaneo, riconosciuta dal MiBAC tra i Centri di Produzione Teatrale, avvia il suo secondo triennio di attività dedicando percorsi di ricerca e sperimentazione con i linguaggi del teatro, della danza e della musica ad un ampio pubblico che parte dalle giovanissime generazioni con progetti specifici fino a giungere ad una estesa platea di giovani e adulti.

Il termine ‘Casa’ rimanda ad una immagine di luogo abitato da artisti, tecnici e curatori che incrociano con passione la propria professionalità e si confrontano nel dialogo con Istituzioni Culturali ed Artistiche del territorio come le Università, i Musei, ma anche numerosi altri organismi professionali con cui si condividono progettualità e iniziative.

Casa del Contemporaneo sviluppa differenti progetti in quattro spazi di tre diverse città campane: Napoli, Castellammare di Stabia e Salerno. Produce eventi teatrali site specific tra i più prestigiosi siti archeologici della Campania.

LASCIA UN COMMENTO