Dalla Regione borse di studio fino a € 4.000 per figli di vittime di incidenti sul lavoro.

0
42

santa luciada CampaniaEuropa.it

Con decreto dirigenziale n. 101 del 28 dicembre 2015 Regione Campania ha aperto i termini di presentazione delle domande per usufruire di borse di studio destinate ai figli di vittime di incidenti mortali sul lavoro. La misura è dotata di risorse per € 100.000.

Beneficiari

L’intervento è rivolto ai figli di genitori deceduti per incidenti mortali sul lavoro, verificatisi anche in itinere come previsto dall’art. 12 del D.lgs. n.38 del 23 febbraio 2000, o anche nei casi in cui la vittima risulti sprovvista di copertura assicurativa obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie e che siano in possesso dei
seguenti requisiti:

  • status di figlio di un genitore deceduto a seguito di infortunio sul lavoro;
  • età non superiore a 28 anni;
  • genitore residente, al momento del decesso, in uno dei comuni della regione Campania;
  • iscrizione ad un servizio socio-educativo per la prima infanzia, scolastico di ogni ordine e grado, Università, o corso di formazione professionale;
  • reddito ISEE non superiore a € 38.000 ad esclusione del reddito del familiare deceduto.
Spese rimborsabili

Le risorse sono destinate solo al rimborso delle spese sostenute e documentate per:

  • tasse di iscrizione;
  • rette di frequenza;
  • acquisto dei libri di testo;
  • acquisto di ausili scolastici per diversamente abili secondo quanto previsto dall’art. 13 della legge 5 febbraio 1992, n. 104;
  • servizio mensa;
  • abbonamento, per uso scolastico, al servizio di trasporto pubblico.

L’ammontare del contributo erogabile può raggiungere l’importo di € 4.000.

Termini e modalità di presentazione delle domande

Le domande relative all’annualità (anno scolastico, ovvero anno accademico) 2015/2016, devono essere inoltrate entro e non oltre le ore 13,00 del 27 gennaio 2016.

Documenti da scaricare

LASCIA UN COMMENTO