Giotto a Napoli, venerdì 16 al Maschio Angioino.

0
258

giotto-crocifissione-cappella-degli-scrovegniIl Sottosegretario di Stato dei beni e delle attività culturali e del turismo Ilaria Borletti Buitoni presenterà venerdì 16 ottobre alle 12:00 presso la sala stampa della Basilica Superiore di Assisi i sei Itinerari Giotteschi predisposti in occasione di Expo 2015, articolati nelle diverse realtà italiane in cui Giotto operò e legati insieme da un catalogo e dalla disponibilità gratuita in rete di un ArtPlanner per fruire in modo innovativo di questa offerta culturale.

Alla presentazione interverranno il Direttore Generale Musei Ugo Soragni, il Direttore Generale Belle Arti e Paesaggio Francesco Scoppola, il Direttore di Coopculture Francesco Cochetti e il Direttore di Electa Rosanna Capelli. L’incontro sarà coordinato dal padre priore della Basilica Maggiore.

Analoga presentazione dei singoli itinerari verrà proposta in alcuni dei principali luoghi dell’attività giottesca.

A Napoli il Direttore del Polo Museale della Campania Mariella Utili e la dott.ssa Ida Maietta  presenteranno l’itinerario giottesco campano sempre alle 12:00 di venerdì 16 nella Cappella Palatina di Castel Nuovo nel Maschio Angioino, Piazza Castello.

A Firenze l’appuntamento è alle 12:00 di venerdì 16 nel cortile del Museo del Bargello, via del Proconsolo 4, dove l’itinerario toscano verrà illustrato dal Direttore del Polo Museale Regionale della Toscana Stefano Casciu insieme al Direttore del Museo del Bargello Ilaria Ciseri.

A Milano il Direttore del Polo Museale della Lombardia Sandrina Bandera illustrerà l’itinerario giottesco lombardo sempre alle 12:00 di venerdì 16 nella chiesa di San Gottardo in Corte, via Francesco Pecorari n. 2.

A Padova il Direttore del Polo Museale del Veneto Daniele Ferrara e il Direttore dei Musei Civici di Padova illustreranno l’itinerario giottesco veneto alle 12:00 di venerdì 16 nell’area antistante la Cappella degli Scrovegni, piazza Eremitani 8. Interverrà l’Assessore alla Cultura del Comune di Padova Matteo Cavazzon.

LASCIA UN COMMENTO