Unistem Day, venerdì 13 a Monte Sant’Angelo la V edizione per parlare di ricerca e cellule staminali.

0
22

LOGO-verticale-copyDal 2012 l’Università di Napoli Federico II organizza l’Unistem day, evento divulgativo promosso dalla neuroscienziata e senatrice a vita, Elena Cattaneo.

Quest’anno la giornata si svolgerà il 13 marzo con la partecipazione di 35 Atenei e Centri di Ricerca Italiani, oltre a 9 Atenei del Regno Unito, Spagna e Svezia.

Si tratta di uno degli eventi di divulgazione scientifica più grandi in Italia e il più grande in Europa dedicato alla ricerca sulle cellule staminali, rivolto ai ragazzi delle scuole superiori. Realizzato per la prima volta nel 2009, di anno in anno ha coinvolto un numero sempre maggiore di atenei, estendendosi, nelle ultime due edizioni, anche all’Europa. La giornata coinvolge ricercatori, medici, manager, bioetici e comunicatori della scienza, ma anche attori e sportivi, e soprattutto un numero sempre crescente di studenti: l’edizione 2015 prevede infatti la partecipazione di circa 20.000 giovani. L’Unistem day si propone come momento di scambio tra realtà accademica e scuole superiori, e prende spunto dallo studio delle cellule staminali per far scoprire da un lato, il mondo della ricerca agli studenti, e dall’altro, far capire agli scienziati come i ragazzi immaginano il mondo scientifico.

Per il team della Federico II è sempre una grande emozione poter vivere l’entusiasmo degli oltre 600 studenti campani che partecipano all’Unistem Day nella splendida “Sala Rossa” del Complesso Universitario di Monte Sant’Angelo.  La partecipazione, le domande, l’allegria dei giovani partecipanti sono contagiose e commoventi e sono la dimostrazione di come, grazie alla divulgazione scientifica, si possa stimolare nei ragazzi un grande interesse e tanta curiosità nei riguardi della ricerca.

L’edizione 2015 dell’Unistem day-Federico II sarà coordinata da Marianna Crispino, Carla Perrone Capano e Floriana Volpicelli e sarà introdotta dal Rettore dell’Ateneo Gaetano Manfredi.

Il programma della giornata prevede un’apertura dei lavori comune a tutti gli atenei coinvolti, collegati tra loro in audio conferenza, cui seguiranno brevi interventi di ricercatori di fama internazionale su temi di punta della ricerca scientifica sulle cellule staminali. Nel corso della mattinata ci sarà un momento a cura di alcuni ragazzi del quartiere Sanità di Napoli dedicato alla musica e ai racconti delle loro iniziative nel quartiere, ovvero di come sono riusciti a riscattarsi da una realtà difficile, ma terreno fertile per la “rigenerazione” che ha consentito loro di realizzare i propri sogni. Come di consueto uno spazio sarà poi dedicato ad alcuni degli studenti delle scuole partecipanti che si esibiranno in brevi sketch teatrali ispirandosi alla ricerca sulle cellule staminali. Infine, l’edizione di quest’anno prevede, per la prima volta, come tema unificante di molti atenei, un momento dedicato al rapporto tra Scienza e Diritto.

Anche quest’anno, dunque, l’obiettivo dell’Unistem day è quello di diffondere la cultura e i valori della ricerca scientifica per intensificare il dialogo tra il mondo accademico e quello delle scuole, mediante iniziative stimolanti e coinvolgenti per i veri protagonisti del prossimo futuro, i giovani, che come sempre parteciperanno a qusta giornata con tutto il loro entusiasmo e la loro vitalità.

LASCIA UN COMMENTO