Al via l’ultimo mese della mostra “Materia. Il legno che non bruciò ad Ercolano” alla Reggia di Portici

Mille sono gli usi degli alberi, in mancanza dei quali non sarebbe possibile vivere. Con l’albero solchiamo i mari e avviciniamo le terre l’una all’altra, con l’albero costruiamo le case. Plinio il Vecchio, Naturalis Historia, XII, 2

 

 

C’è ancora un mese di tempo per poter visitare la Mostra “Materia. Il legno che non bruciò ad Ercolano” scrigno privilegiato fino al 31 dicembre 2023 del patrimonio di reperti in legno assolutamente unico provenienti dall’antica Ercolano, allestita in un luogo anch’esso unico quale la splendida Reggia di Portici, residenza estiva della famiglia reale borbonica, sede dell’Herculanense Museum e oggi straordinario laboratorio di ricerca e luogo della cultura grazie alla presenza del Dipartimento di Scienze Agrarie dell’Università degli Studi Federico II di Napoli.

E’ trascorso quasi un anno dalla inaugurazione della Mostra sui legni alla Reggia di Portici –dichiara il Direttore Sirano– e in quest’anno sono stati migliaia i visitatori che hanno colto l’occasione di godere dell’offerta culturale integrata Reggia- Parco Archeologico grazie ad un progetto condiviso con entusiasmo e coraggio dalla Città Metropolitana di Napoli, dal Dipartimento di Scienze Agrarie, dal Centro MUSA e dal Parco Archeologico di Ercolano, con il sostegno della Regione Campania. E’ una mostra che porta su di se non solo gli eccezionali valori storico archeologici dei mobili di legno dell’antica Ercolano, non solo l’interesse artistico e architettonico della reggia di Portici, ma anche il lavoro e la costante cura da parte di decine e decine di persone grazie al cui straordinario impegno essa è stata resa possibile. Anzi si potrebbe quasi dire che il legno, questa materia così particolare, quotidiana, sopravvissuta inaspettatamente ad una immane catastrofe, abbia compiuto l’ulteriore miracolo di attirare intorno a sè tanta positiva energia da parte della comunità coinvolta nella gestione, così come da parte dei visitatori”.

In concomitanza dell’ultimo mese di programmazione, una nuova occasione di approfondimento del tema con il lancio sui canali social delle Schegge del Parco Archeologico di Ercolano, il nuovo format di minivideo il cui spunto proviene proprio dalla Mostra Materia con un linguaggio veloce e immediato rivolti ad un pubblico interessato anche a chiavi di lettura più fresche e innovative.

Ogni informazione per i visitatori interessati ad approfittare dell’ultimo mese dellaMostra“Materia. Il legno che non bruciò ad Ercolano” sul sito dedicato www.materiainreggia.it , l’invito è di regalarsi il biglietto cumulativo di € 15,00 che permette accesso a Parco Archeologico di Ercolano, Mostra Materia, ma anche alla Reggia di Portici, all’Herculanense Museum e all’Orto botanico.

Advertisements