Fondazione Banco Napoli: Documento>Monumento C’arte in fotografia n. 2 “intorno a Caravaggio”, storie di fede e malafede, giovedì 6 a Palazzo Ricca

Giovedì 6 giugno alle 17:30 a Palazzo Ricca (Via dei Tribunali, 213) si presenta il secondo volume di “Documento > Monumento, C’arte in fotografie” (Guida editori), dedicato a “La presa di Cristo” di Caravaggio. Autrice e coordinatrice del progetto editoriale è Bianca Stranieri, curatore del numero, Luigi Abetti, le foto sono di Federica Gioffredi.

Questa edizione ha visto ancor più forte la partecipazione del Direttore Generale della Fondazione Ciro Castaldo, cui va il merito di aver portato l’opera di Merisi nelle sale della Fondazione Banco di Napoli, alla fine di un difficile percorso tra “storie di fede e malafede”. «In questo secondo numero – spiega Stranieri – sempre attraverso documenti e fotografie, sono evocati momenti di arte, storia e vita diversi, che ruotano intorno al  suggestivo mondo di Caravaggio a Napoli, per recuperare, ma soprattutto immaginare, luoghi, persone e oggetti a lui contemporanei, che hanno avuto  parte significativa  nella sua esistenza artistica; penso ai dati originali su Tommaso De Franchis e  Giovan Battista Manso rispettivamente committenti della “Flagellazione” e delle “Sette opere di Misericordia”, alla ricostruzione del tracciato urbano della famosa “Locanda del Cerriglio”, all’uscita della quale Caravaggio fu aggredito, ai luoghi e agli oggetti che hanno inciso sul suo inconfondibile luminismo».

Si fa sempre più chiara l’idea di una guida di Napoli e del territorio circostante, rivolta al largo pubblico di cittadini, studenti e turisti che affollano la città. Il format, sostenuto dalla Fondazione Banco di Napoli, patrocinato dalla Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Campania e dal Dipartimento di Lettere e Beni Culturali dell’Università della Campania ” Luigi Vanvitelli”, accoglie da un lato  le interpretazioni documentali dei cinque studiosi fondatori, Luigi Abetti, Gloria Guida, Sabrina Iorio, Bianca Stranieri e Andrea Zappulli, e dall’altro quelle fotografiche di Federica Gioffredi, maestra degli scatti in bianco e nero.

Questo numero, inoltre, vede utilizzati documenti provenienti anche da altri archivi e voci di nuovi studiosi, soprattutto giovani, con l’obiettivo di fare rete e ampliare il coro evocativo. Il prossimo “Documento > Monumento” sarà a cura di Sabrina Iorio e avrà come oggetto i siti Unesco della Campania.

La presentazione del secondo numero si apre con i saluti di Orazio Abbamonte Presidente Fondazione Banco Napoli, Marcello D’Aponte Presidente Fondazione Museo Archivio Storico, Ciro Castaldo Direttore Generale, Don Gianni Citro curatore dell’esposizione “La presa di Cristo”; introduce Bianca Stranieri; intervengono: Gabriele Capone Soprintendente archivistico e bibliografico della Campania, Giulio Sodano Direttore Dipartimento Lettere e Beni Culturali Università della Campania “Luigi Vanvitelli” (DiLBeC), Maria Gabriella Pezone Università della Campania “Luigi Vanvitelli”, Maria Cristina Terzaghi Università degli Studi “Roma Tre”.

Successivamente, lunedì 24 giugno alle 17:30 a Palazzo Carafa, presso la Soprintendenza archivistica e bibliografica della Campania, sarà esposta la mostra documentale e fotografica Documento > Monumento, visitabile fino al 26 luglio.