In Campania la Dop economy vale 820 milioni.

Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.

Il Rapporto Ismea-Qualivita 2022 sulla Dop economy italiana, descrive un settore in grande crescita che vale 19,1 miliardi di euro e analizza il ritorno economico delle filiere agroalimentari e vitivinicole dei prodotti DOP IGP nelle regioni e nelle province del Paese.

In Campania si contano 56 prodotti DOP, IGP e il settore nel suo complesso genera un impatto economico pari a 820 milioni di euro nel 2021 (+5,7% sul 2020) grazie al lavoro di 8.952 operatori, che ne fanno l’ottava regione in Italia in assoluto per valore delle filiere DOP IGP, la terza per il settore del cibo e la prima del sud. Le prime provincie per impatto economico sono Caserta (298 mln €), Napoli (270 mln €) e Salerno (229 mln €), seguite da Benevento (61 mln €) e Avellino (30 mln €).

Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.

Il comparto cibo conta 27 filiere che generano un valore alla produzione di 722 milioni di euro nel 2021, per un +6,5% rispetto al 2020. La regione è in Italia per valore economico generato e il comparto coinvolge 4.565 operatori. Le denominazioni che partecipano maggiormente al valore economico in regione sono la Mozzarella di Bufala Campana DOP e la Pasta di Gragnano IGP, seguite dal Pomodoro S. Marzano dell’Agro Sarnese-Nocerino DOP, il Caciocavallo Silano DOP, il Limone Costa d’Amalfi IGP, il Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale IGP e la Melannurca Campana IGP.

Il comparto vino conta 29 filiere che generano un valore alla produzione di 98 milioni di euro nel 2021, per un +0,7% rispetto al 2020. Il comparto coinvolge 4.387 operatori e le denominazioni con il maggiore ritorno economico in regione sono il Benevento IGP, la Falanghina del Sannio DOP, il Sannio DOP e il Greco di Tufo DOP.