Napoli, i fiori delle cooperative del Golfo e Flora Pompei decorano il palco del Concerto di Natale in Vaticano 2023

Per il secondo anno consecutivo l’Associazione Floricoltori e Fioristi Italiani (Affi) rinnova la sua partecipazione e la sua partnership con il Concerto di Natale in Vaticano. L’appuntamento musicale arrivato alla sua XXXI edizione, è andato in prima serata su Canale 5 il 25 dicembre e replicato, sempre sullo schermo della rete ammiraglia Mediaset, martedì pomeriggio (26 dicembre).

Il palco e la sala dell’Auditorium della Conciliazione a Roma si sono presentati ad artisti e pubblico in una versione ancora più bella e carica d’emozione, grazie alle composizioni floreali realizzati dal team di flower designer di AFFI, utilizzando solo fiori con marchio “Fiori Italiani”. In particolare, quelli arrivati a Città del Vaticano da due grandi cooperative di floricoltori del napoletano Flora Pompei e Cooperativa del Golfo: ranuncoli, garofani, sterlizie, anthurium, orchidee, agrifoglio, fronde verdi.

Gli arredi, le decorazioni dell’Auditorium, così come i bouquet di benvenuto per tutti gli artisti e la conduttrice Federica Panicucci, sono stati preparati da grandi maestre e maestri della composizione floreale: Mara Verbena, Anna Maria Procaccini, Michela Torti, Elisa Belloni, Diego Lipari. Leonardo Zanotti, Paolo Maffei, Antonio Milano, Antonio Trentini, Antonio Russello, Federico Giglio, Alessandra Tartarini, Marco Alessandroni, David Giovani.

“La musica e i fiori sono due linguaggi universali. Comunicano sentimenti, emozioni, amicizia, amore, al di là di ogni differenza di cultura, origine, credo o ideologia di ogni essere umano. Donare un fiore è un gesto di accoglienza, ospitalità, spesso d’amore – spiegano Cristiano Genovali e Mara verbena, rispettivamente presidente e vicepresidente Affi – Siamo profondamente lieto e onorati di aver offerto il nostro piccolo contributo al messaggio umanitario e sociale del concerto. Un ringraziamento particolare va a chi ha donato i fiori per l’evento ovvero: la matuziana Coop 3 Ponti, Florencia Trade dalla Calabria, Cooperativa del Golfo e Flora Pompei dalla Campania e Flor Export dalla Toscana”.

Il Concerto di Natale in Vaticano ha finanziato quest’anno con un campagna di raccolta fondi, il progetto delle Missioni Don Bosco “Salva le bambine della Sierra Leone dalla violenza”. L’iniziativa prevede la costruzione di un rifugio nel Centro Don Bosco Fambul, dedicato a ragazze con un’età compresa tra i 9 e i 17 anni.

Advertisements