OTI della Comunità Montana Zona del Matese che “non percepiscono alcun trattamento salariale”, Caporaso: “situazione artatamente strumentalizzata”.

Con un documento congiunto i sindacati Fai CISL; la FLAI (il sindacato di categoria della CGIL) e la UILA (Unione Italiana dei Lavori Agroalimentari) hanno dato voce agli OTI della Comunità Montana Zona del Matese puntualizzando che “non percepiscono alcun trattamento salariale” e che “sono vessati e umiliati dai continui comportamenti dell’Ente”.

“Per il finanziamento 2022 la Regione Campania […] ha trasmesso il riparto delle risorse soltanto a metà giugno (nota prot. PG/2022/0307693 del 14/06/2022)” si legge nel Piano di Forestazione e Bonifica Montana. Con questa premessa il presidente della Comunità Montana Zona del Matese Michele Caporaso ritiene opportuno rendere nota una relazione sullo stato dei pagamenti delle competenze stipendiali e contributive.

Gennaio 2022, pagate le competenze di giugno 2021; maggio 2022, pagate le competenze di luglio, agosto e settembre del 2021; giugno 2022, pagate le competenze di ottobre 2021; luglio 2022, pagata la quattordicesima 2021; agosto 2022, pagate le competenze di novembre e dicembre 2021; settembre 2022, pagata la tredicesima 2021. Nonostante il fatto che nessuna mensilità del 2022 sia stata pagata per mancanza di fondi accreditati dalla Regione Campania diverso è per i contributi previdenziali, trasmessi e pagati fino al 31/03/2022; trasmessi e non ancora pagati, perché in attesa della tariffazione inps, aprile 2022; in corso di trasmissione maggio e giugno 2022. Mentre per quanto riguarda i TFR sono stati liquidati regolarmente gli anni 2018(saldo), 2019 e 2020, per un esborso complessivo lordo di euro 926.513,44.

“Rimango basito da quanto letto sui vari portali d’informazione locale in merito ai compensi dovuti ai lavoratori OTI della Comunità Montana del Matese”. Ha esordito il presidente della Comunità Montana del Matese. “Sono e sarò sempre dalla parte di chi lavora ma leggere inesattezze in merito ad una situazione artatamente strumentalizzata mi mortifica. Perciò la volontà di rendere noti tutti i pagamenti che non hanno mai avuto interruzioni e perciò la delusione nel leggere che i lavoratori sono “vessati e umiliati”. Tutto questo mortifica il lavoro di chi amministra l’Ente con non poche difficoltà. Visto che oltretutto si stanno rendicontando le spese dal 2017 in poi, mi chiedo dov’erano i sindacati. Non esistevano o facevano politica?”

Ha concluso Caporaso.

Advertisements